in

Lega, ecco chi farà parte della nuova segreteria. Salvini non sarà più l’uomo solo al comando

Pubblicato il 24/09/2020 17:47 - Aggiornato il 24/09/2020 17:48

Non più l’uomo solo al comando. Queste ultime elezioni Regionali hanno dato più di uno scossone al mondo politico. E così anche nella Lega è tempo di cambiamenti. Salvini fa qualche passo indietro e vara una segreteria politica, una struttura vecchio stile, copiando il modello dei partiti della Prima Repubblica. “L’Italia è in campagna elettorale permanente e Matteo non può fare tutto da solo, anche perché si è reso conto che condividere le scelte significa anche limitare il numero degli errori”, confida una fonte del Carroccio ripresa da affaritaliani.it.

Spiega affaritaliani.it: “La segreteria avrà un compito organizzativo e soprattutto di indirizzare la strategia politica del partito. E quindi le alleanze elettorali, le manifestazioni da organizzare, i temi sui quali spingere in quel determinato momento, l’atteggiamento da tenere in Parlamento, i rapporti con gli alleati del Centrodestra e con la cosiddetta società civile”. Ma quello che ora tutti si chiedono è: chi ne farà parte? Il primo nome è certamente quello dell’ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, da tempo non più in linea con Salvini e uomo che piace alla base storica della Lega. Inoltre, a Roma è l’uomo con la maggior esperienza politica e con agganci internazionali.

Nella segreteria entreranno anche i due capigruppo, Riccardo Molinari (Camera) e Massimiliano Romeo (Senato), oltre al vicepresidente di Palazzo Madama e volto storico della Lega Roberto Calderoli. Un posto anche per il giovane vicesegretario Andrea Crippa e probabile l’ingresso anche dell’ex ministro Lorenzo Fontana, uomo di cui Salvini si fida moltissimo, esattamente come del rhodense Fabrizio Cecchetti, vicecapogruppo a Montecitorio silente (modello Giorgetti) con i giornalisti ma esperto di tattiche parlamentari e con fiuto politico.

Sul fronte economico quasi certamente nella segreteria entrerà anche il senatore toscano Alberto Bagnai e, forse, anche gli ex membri del governo Conte I Massimo Garavaglia e Claudio Durigon. Tra le donne, l’unica sicura è la candidata sconfitta in Toscana Susanna Ceccardi. In lizza anche Giiulia Bongiorno, Erika Stefani e Lucia Borgonzoni. Probabile l’ingresso nella nuova segreteria della Lega anche l’ex ministro Centinaio. Salvini, dunque, non sarà più l’uomo solo al comando.

Ti potrebbe interessare anche: “98 miliardi di tesoreria”. Usiamoli invece di prendere soldi in prestito dall’Europa

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Germania, maxi-manovra con nuovo debito da 96 miliardi. E addio pareggio di bilancio

Paragone e la disfatta M5s: l’Italia che lavora manda al diavolo i grillini