Vai al contenuto

Iliad, problemi alla rete in tutta Italia. La procedura da seguire per chiedere il rimborso: leggete bene

Pubblicato il 03/05/2023 12:17

Nel corso delle ultime ore, tantissimi utenti da ogni Regione d’Italia hanno segnalato di aver riscontrato improvvisi problemi di comunicazione con il proprio telefonino. Tutta colpa dei problemi fatti registrare dalla compagnia Iliad, che hanno reso di colpo difficile sia chiamare o ricevere chiamate sia navigare attraverso la rete dati. Un problema non da poco, che ha messo in difficoltà tante persone. E che ha spinto gli utenti a chiedersi: di fronte a un simile disagio, è previsto un rimborso? La risposta è semplice. Come spiegato dal Messaggero, per la sospensione del servizio, in assenza di presupposti o preavviso, Iliad riconoscerà un rimborso di 2,50 euro per ogni giorno di mancata erogazione del servizio stesso. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> Canone Rai, cambia tutto. Ecco come disdirlo legalmente (sì, ora è possibile)

In questi casi, basterà fare richiesta di rimborso e questo avverrà in maniera automatica. Esiste poi la possibilità di fare richiesta di rimborso per malfunzionamento del servizio imputabile a Iliad: in questo caso, il rimborso previsto sarà di 5€ per ogni giorno lavorativo di disservizio, fino a un massimo di 100 euro. (Continua al eggere dopo la foto)

Chi vorrà percorrere una di queste due strade, dovrà però contattare direttamente Iliad, visto che i rimborsi non avvengono in maniera automatica. Per farlo è necessario chiamare il 177, numero gratuito della compagnia, oppure navigare sul sito ufficiale Iliad, inviare un fax al numero +39 02 30377960 (attivo sia dall’Italia che dall’estero) o infine spedire una raccomandata all’indirizzo Iliad Italia S.p.A., casella postale 14016, 201246 Milano. (Continua a leggere dopo la foto)

Non è ancora chiaro se la compagnia risarcirà o meno i propri utenti per i recenti disservizi. Il presidente di Assoutenti Furio Truzzi ha però avanzato una richiesta precisa: “Chiediamo a Iliad di riconoscere indennizzi automatici, anche sotto forma di sconti o servizi gratuiti aggiuntivi, a tutti gli utenti che nella giornata odierna siano stati coinvolti nel disservizio. Si tratta di disagi non indifferenti per gli utenti, che non riescono ad effettuare o ricevere chiamate né a navigare su internet, disagi che si trasformano a tutti gli effetti in un danno per chi usa il telefono o il web per lavoro e per chi deve ricevere telefonate urgenti. La società ha conquistato una enorme fetta di mercato al punto che oggi conta oltre 9,5 milioni di clienti in Italia, ed essendo uno dei principali player del settore crediamo debba adoperarsi con ogni mezzo per risarcire gli utenti”.

Ti potrebbe interessare anche: Email bloccate, arrivano i rimborsi agli utenti. Ecco come ottenerli (e occhio ai cavilli)