Vai al contenuto

Farina di insetti, sorpresa in Gazzetta Ufficiale! Cosa succede ora in Italia e che dice la nuova legge

Pubblicato il 05/01/2024 08:53
farina di insetti Italia

Alla fine la farina di insetti è finita nella nostra Gazzetta Ufficiale. E le promesse del ministro del Made in Italy Lollobrigida sono finite a farsi benedire (insieme a tante altre di questo governo). Dalla farina alle larve, passando per grilli e locuste, l’Italia si adegua alla nuova moda gastronomica. Italiani, popolo di santi, poeti e navigatori, e da qualche giorno anche chef di insetti. Sì, perché con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, in Italia da ora in poi si potranno mangiare anche queste “prelibatezze”. Il governo Meloni ha approvato il decreto legge, alla faccia del Made in Italy. Nei piatti di cucine e ristoranti italiani, per tanto, sarà possibile trovare pietanze a base di insetto. Lollobrigida prova a mettere una pezze sottolineando che però bisognerà rispettare “regole ferree. Stringenti e rigidissime”. (Continua a leggere dopo la foto)
>>> “Scempiato il sistema immunitario”. La scomoda verità del dottor Vernazza dietro il picco di polmoniti e bronchioliti

Le regole a cui fa riferimento il ministro Lollobrigida stabiliscono che tutti gli alimenti che hanno anche una minima percentuale a base di insetti devono obbligatoriamente avere sulla confezione un’etichetta che dovrà informare in maniera ben visibile sulla tipologia di insetti presente, la quantità utilizzata, il Paese d’origine e, cosa molto importante, tutte le informazioni relative ai rischi legati alle reazioni allergiche. Non poteva non arrivare anche un commento da parte degli utenti del web, che hanno preso di mira la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto. (Continua a leggere dopo la foto)

Come riporta Il Giornale d’Italia che ha raccolto alcune reazioni sui social, si legge in rete: “Ma almeno saranno insetti orgogliosamente nazionali? Sennò sai che figura di…”, scrive ironicamente un utente su X. “No. Non è possibile”, scrive un altro utente: “L’avevano promesso solennemente, mai e poi mai le farine di insetti avrebbero varcato i sacri confini nazionali! E ora? Che cialtroni!”. Lollobrigida alla fine ha dovuto ammettere che anche su questo fronte l’Italia ha dovuto calare le braghe davanti all’Europa: “L’autorizzazione al consumo di questi alimenti è avvenuta a livello europeo, vincolando ogni paese facente parte dell’Ue”.

Ti potrebbe interessare anche: “Le conseguenze dei vaccini sul Dna…” Frajese suona l’allarme e rivela l’ultima scoperta (VIDEO)