in

Crisanti avverte gli italiani: “Guardate quello che succede a Hong Kong”. Cosa ci aspetta

Pubblicato il 22/07/2022 15:19

Il governo Draghi è caduto, al termine di una crisi politica innescata dal Movimento Cinque Stelle e cavalcata da Lega e Forza Italia. La campagna mediatica a favore di una nuova emergenza sanitaria, invece, prosegue spedita, con allarmi che si susseguono giorno dopo giorno e puntano tutti verso la stessa direzione: il ritorno delle restrizioni anti-Covid non appena l’estate 2022 sarà alle spalle. A rilanciare gli appelli alla prudenza è stato in queste ore il microbiologo Andrea Crisanti, che ha avvertito gli italiani di guardare cosa è successo a Hong Kong e ha sottolineato come il virus non siauna tigre che diventa improvvisamente gattino“.

“Una tigre non diventa un gattino”

Nei giorni in cui l’Oms, Organizzazione mondiale della sanità, ha rilanciato il consiglio di indossare sempre le mascherine nei luoghi affollati, Crisanti ha analizzato lo scenario attuale nel corso dell’ultima puntata del programma Zona Bianca, talk show condotto da Giuseppe Brindisi e in onda su Rete 4: “Dall’inizio dell’anno sono morte 32mila persone. Dal punto di vista evolutivo una tigre non diventa un gattino e un virus non è l’eccezione”.

Omicron 5

Secondo gli esperti il virus in queste ultime settimane si è trasformando, modificandosi anche nella sintomatologia: non soltanto febbre e perdita dell’olfatto e del gusto, ma anche mal di gola e voce rauca. “Non diventano buoni i virus – è stato il commento di Crisanti – Omicron 5 dà una patologia diversa perché la gran parte delle popolazioni è vaccinata”.

>>>“Non muoiono i no vax, ma i vaccinati fragili”. Il virologo lancia la “bomba” in diretta nazionale

“Guardiamo quello che è successo a Hong Kong

Infine, l’accademico ha messo in guardia i telespettatori sulla pericolosità del virus e proposto una prospettiva agghiacciante: “Guardiamo quello che è successo a Hong Kong. Omicron l’ha messo in ginocchio”. Nel territorio autonomo del Sudest della Cina sono già scattate nuove restrizioni e obblighi, e il timore è che con il ritorno dell’autunno lo scenario possa ripetersi anche nello Stivale.

Ti potrebbe interessare anche:

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Le bugie di Pregliasco: non è vero che i vaccinati non muoiono. I dati Iss smentiscono le sue fake news

Mutui, arriva la stangata. Ecco quanto pagheremo per colpa dell’Europa e della guerra