x

x

Vai al contenuto

“Milano criminale, ecco cosa mi è successo”. La denuncia di Corrado Tedeschi: “Non fatelo anche voi”

Pubblicato il 08/11/2023 15:01

Una Milano sempre più abbandonata a sé stessa, con i cittadini che hanno ormai paura persino ad uscire di casa. Micro-criminalità, aggressioni, spaccio, violenze. Episodi tutti tristemente simili che continuano a susseguirsi settimana dopo settimana, con il sindaco Beppe Sala finito spesso nel mirino. L’ultimo a puntare il dito contro il primo cittadino è stato il conduttore televisivo Corrado Tedeschi, che si è lanciato in un attacco via social sulla falsariga di quanto fatto già fa Flavio Briatore. In un video Instagram, pubblicato sulla pagina “milanobelladadio”, ha raccontato di aver subito un tentativo di furto. (Continua a leggere dopo la foto)
“Andate a fare in c***, sciacalli”! Cruciani esplode a La Zanzara: un attacco violentissimo (VIDEO)

corrado tedeschi milano

L’episodio, come spiegato dallo stesso Tedeschi, è andato in scena in via Durini, zona San Babila, a pochi passi dal Duomo. Questo il racconto di Tedeschi: “Avevo parcheggiato la macchina in Via Durini… No centro di più, centro che più centro non si può. A un certo punto ho sentito uno che mi bussava sul finestrino, quello dalla parte della guida… Io, dato che avevo sentito parlare di questa tecnica, non ho aperto il finestrino e mentre ero voltato verso questo qua, uno dall’altra parte apriva la portiera per prendere uno zainetto che avevo messo sul sedile”. (Continua a leggere dopo la foto)

corrado tedeschi milano

“Ora io questo video lo faccio per mettervi in guardia – ha proseguito il conduttore – per chi non lo sapesse. Salite in macchina e chiudetevi dentro, poi se vi bussano sul finestrino non aprite per nessuna ragione… Lo faccio per voi, mi raccomando state attenti, questa è la città”. (Continua a leggere dopo la foto)

corrado tedeschi milano

Un racconto simile, come detto, a quello di Flavio Briatore: “Sentite cosa mi è successo alle 11 del mattino in via Cordusio, zona Piazza affari. Il mio autista mi stava aspettando, avevo appuntamento per un caffè. L’autista scende dalla macchina, l’ufficio lo chiama, lui è al telefono e arriva con un monopattino un extracomunitario, apre la portiera prende lo zainetto e fugge. L’autista se ne accorge ma aveva già un vantaggio di 5/6 metri. Nei dintorni c’era un capitano della guardia di finanza che, avendo visto la scena, è riuscito a bloccare il ladro recuperando il mio zainetto e riconsegnandolo al mio autista”.

Ti potrebbe interessare anche: “Sostanze tossiche nella cioccolata”. L’allarme dei ricercatori: le marche incriminate e i risultati dei test