in

“Comporta sempre delle colpe”. La Fornero questa volta la spara proprio grossa. Attacco alla Meloni (IL VIDEO)

Pubblicato il 30/11/2022 20:36

Con l’avvento del nuovo governo anche Elsa Fornero è tornata a spararle grosse nei salotti televisivi. Nel mirino dell’ex ministro, ça va sans dire, c’è il suo arcinemico Salvini: “È lo scotto che paga la Meloni, perché «essere di destra comporta sempre delle colpe»…”. Ospite nello studio di Giovanni Floris su La7, a diMartedì, la fautrice della riforma più contestata degli ultimi tempi è tornata a vestire i panni della prof pronta a bacchettare a destra e a manca, trattando tutti da scolaretti.
(Continua a leggere dopo la foto)

Ecco che allora la Fornero non perde occasione di elargire giudizi al vetriolo verso il nuovo governo, dispensando consigli e critiche, chiaramente dettate dalla sua ben nota insofferenza personale verso le aree politiche più tendenti a destra. Come dicevamo, il suo mirino è stato, come di consueto, ben puntato su Matteo Salvini. E intorno a lui spari nel mucchio. L’antipatia tra il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e l’ex Ministra del governo Monti è ormai cosa nota anche ai bambini, così Floris non perde occasione di creare i presupposti per qualche bello “schiaffone mediatico”. Come nel caso della sua ospitata di ieri a diMartedì quando, sparandola più grossa del solito, ne campo visivo della prof impegnata nelle contorsioni di un suo ragionamento entra non proprio casualmente l’immagine dell’odiato leader della Lega.
(Continua a leggere dopo il video)

Alla sola vista del suo arcinemico, manco fosse Lupin contro Zenigata, la Fornero non resiste e inizia la sua analisi in pieno stile accademico: «Guardi, caro Floris, ogni volta che lei manda in onda le dichiarazioni di Salvini di fatto ho un moto di simpatia per Giorgia Meloni». Subito dopo rincara la dose: «Ma essere di destra comporta un po’ di colpe e questo è un prezzo che deve pagare». Una frase che scatena l’applauso divertito del pubblico in studio. Poco dopo la professoressa Fornero non si esime dal bacchettare il nuovo esecutivo, affermando che il «governo di destra sa bene che chi non ha i soldi, come nel nostro caso, deve chiederli in prestito». Il tutto per bocciare le manovre del governo inneggiando all’Europa e ai suoi vincoli.

Potrebbe interessarti anche: “Non ricordo nulla”. L’allucinante deposizione di Fauci davanti al giudice. Ecco di cosa è accusato

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Non ricordo nulla”. L’allucinante deposizione di Fauci davanti al giudice. Ecco di cosa è accusato

“Italia in ginocchio”. La decisione dell’Europa favorisce il nord Europa: “Aziende in rivolta”