in

“Che cos’è dunque questo progresso con cui i sedicenti progressisti ci riempiono le orecchie?”

Pubblicato il 24/06/2021 18:34

Analisi e citazioni di Lorenzo Borrè.

“Che cos’è dunque questo progresso con cui i sedicenti progressisti ci riempiono le orecchie? La cosa è chiara: in un mondo in cui i progressisti hanno distrutto la libertà, il progresso è essere costantemente sorvegliati, spiati e pedinati; è non avere più una vita privata, una vita intima, una vita personale; è ignorare sempre di più la calma, la solitudine e il silenzio; è essere schedati, segnalati, classificati e repertoriati per poter più efficacemente soddisfare le esigenze del Mercato; è partecipare tutti assieme alle feste obbligate in cui il tempo libero viene misurato, organizzato, regolato, soppesato, sincronizzato, codificato e normalizzato; è trasformarsi in uomini unidimensionali con pensieri uniformati, piatti, standardizzati, regolarizzati e semplificati; è sussultare per i crimini denunciati dalla Polizia del Pensiero ed è forse anche trovare un po’ di piacere nel denunciarli, e poi nel giudicare, nell’indignarsi, nell’emettere condanne e nell’eseguire sentenze…..”.
Michel Onfray, Teoria della dittatura, Ponte alle Grazie, 2020.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Il Recovery è degno di Cinecittà. Come i film è una pura finzione

Ponte Morandi, rinvio a giudizio per 59 dei 69 indagati. Tremano Aspi e ministero