in

Calenda offende Maria Giovanna Maglie, ma la risposta di lei è da applausi. Asfaltato

Pubblicato il 30/06/2022 19:58

Twitter è ormai diventato un vero e proprio campo di battaglia per alcune personalità, che sfruttano la piattaforma per lanciare e rilanciare schermaglie all’ultimo click. Questa volta, il leader di Azione ha rilanciato un articolo di Libero che riportava le parole di Maria Giovanna Maglie a Controcorrente, il programma condotto da Veronica Gentili su Rete 4. La saggista non ha perso tempo a replicare, scatenando l’ovazione del popolo dell’uccellino blu.

La battutaccia di Calenda scatena la Maglie

Una battuta di dubbio gusto quella che Carlo Calenda ha rivolto a Maria Giovanna Maglie su Twitter. Ovviamente, la reazione della saggista non si è fatta attendere. Il tutto si è svolto su Twitter, dove il leader di Azione ha ripostato un video in cui la giornalista aveva spiegato quel è, a suo modo di vedere, la debolezza della Nato: «Io non vedo un programma o un piano per fermare la guerra in Ucraina».

Le considerazioni della Maglie

«L’Occidente è realmente unito? Che progetto ha la Nato affinché la guerra finisca? Io non lo vedo, questa è una grande debolezza» aveva evidenziato la giornalista nel suo intervento nel corso della trasmissione di mercoledì 29 giugno. «E certo, come potrebbero. Aspettano il tuo», ha scritto Calenda sul suo profilo Twitter, riferendosi ad un ipotetico piano o a un programma per fermare la guerra in Ucraina.

La schermaglia sui social

Poco dopo la replica dal profilo della Maglie, la quale rincara la dose rispondendo a tono: «Questi sono gli aspiranti leader politici di oggi. Dei bulletti che si studiano la battutina invece di dare una risposta seria. Forse perché la risposta non c’è. Avrebbe fatto bene, caro Carlo Calenda, a stare zitto» si legge nel tweet dell’opinionista. Una risposta che ha scatenato la standing ovation viruale del suo pubblico.

Potrebbe interessarti anche: 190 malori improvvisi al concerto della star italiana. Quattro finiscono in ospedale

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

190 malori improvvisi al concerto della star italiana. Quattro finiscono in ospedale

Mascherine, temperatura, smart working: cambiano ancora le regole in ufficio, tutte le novità