in

Burioni vuole l’obbligo vaccinale per tutti: cosa ha detto nel suo “invito” al governo

Pubblicato il 05/07/2021 08:55

“Se come pare la variante Delta ha un R0 tra 8 e 10 bisogna che la politica prenda seriamente e velocemente in considerazione l’obbligo vaccinale per tutti o si rischia grosso. Il virus non è più quello che abbiamo conosciuto, è diventato molto più pericoloso”. Così in un tweet il virologo Roberto Burioni torna alla carica e pungola il governo sull’imporre obbligatoriamente il vaccino a tutti. Malgrado sul fronte vaccini continuino ad aumentare le ombre e diminuire le già tenue luci, il virologo star della tv vuole che tutti i cittadini italiani prendano la loro dose. (Continua a leggere dopo la foto)

Il dibattito sull’obbligo vaccinale da estendere a tutta la popolazione italiana si fa dunque sempre più intenso. E ora, secondo il professor Roberto Burioni, sembra esserci un pericolo in più da considerare affinché la misura, già introdotta per gli operatori sanitari, diventi valida per tutti e nel più breve tempo possibile. È la variante Delta la scusa raccolta dal virologo per lanciare il chiaro invito al governo per agire in modo definitivo sulla questione dell’obbligo. (Continua a leggere dopo la foto)

Burioni collega l’alto tasso di trasmissibilità, e quindi l’indice R0 della variante Delta, con la necessità di vaccinarsi perché il calcolo che viene effettuato prende come campione la cosiddetta popolazione “totalmente suscettibile”, e cioè tutte quelle persone che attualmente non risultano immunizzate al virus. L’urgenza di cui parla il professore si riferisce a un indice R0 tra 8 e 10, numeri decisamente alti se si pensa all’R0 della variante Alfa, anche conosciuta come “inglese”, tra 2-3 a 3,5-4. (Continua a leggere dopo la foto)

“Il virus non è più quello che abbiamo conosciuto”, continua Burioni, “è diventato molto più pericoloso”. La necessità è ora quella di accelerare il ritmo della campagna vaccinale andando soprattutto a raggiungere tutti i fragili che risultano ancora senza neanche la prima dose. “Ecco il primo Stato che rende obbligatorio il vaccino per tutti i cittadini”, continua Burioni portando come esempio la decisione delle ultime ore presa dal governo del Tajikistan. “Se fate i fenomeni rischiate di pentirvi amaramente, questa non è la polio, un pericolo lontano. SARS-CoV-2 è qui, se non vi vaccinate vi fotte e sono cavoli amari”.

Ti potrebbe interessare anche: L’inventore del vaccino mRNA ora svela tutto. Il più preoccupato è lui: ecco cosa dice

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Avendo dato ascolto al canto delle sirene del progresso, della crescita e dello sviluppo…”

Chiude la Gianetti Ruote: 152 operai licenziati con una mail