in ,

Luce, bollette alle stelle. Il governo non frena il contagio e beffa gli italiani: “Evitato l’aumento del 100%”

Pubblicato il 30/09/2022 11:15

Siamo di fronte all’ennesima beffa, l’ennesimo accanimento sui cittadini ormai disperati. L’aumento della luce è del 59% nel quarto trimestre. “Ma si sarebbe potuto avere un rincaro del l00%, quindi un raddoppio”, esultano loro. Ma le cose non stanno esattamente così. Spiega Fausta Chiesa sul Corriere: “L’aggiornamento delle tariffe dell’energia elettrica annunciato ieri dall’Arera è il più alto di sempre. Il rincaro fa raddoppiare il costo dell’elettricità di quest’anno”. In termini di effetti finali – ha calcolato l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente – per la bolletta elettrica la spesa per la famiglia-tipo nel 2022 (1 gennaio-31 dicembre) sarà di circa 1.322 euro rispetto ai 632 euro circa del 2021. “Con un intervento straordinario, ritenuto necessario per le condizioni di eccezionale gravità della situazione – si legge nella nota dell’Autorità – l’Arera limita l’aumento dei prezzi dell’energia elettrica per le famiglie ancora in tutela e, pur rimanendo su livelli molto alti, evita il raddoppio”. (Continua a leggere dopo la foto)

Dalle associazioni dei consumatori, dal Codacons a Consumerismo No Profit, da Assoutenti all’Unione Nazionale Consumatori, si sono levate voci di allarme. “Mai, da quando ci sono gli aggiornamenti tariffari trimestrali, ossia dal gennaio 2003 – spiega Marco Vignola, responsabile del settore energia dell’Uno – si era verificato un rialzo così elevato. Battuto il precedente primato del primo trimestre 2022, quando la luce si impennò del 55%. Se i prezzi aumentano del 6o% rispetto al terzo trimestre, salgono del 122,3% rispetto al quarto trimestre 2021. Questo significa che la bolletta tra ottobre e dicembre crescerà di 245 euro rispetto a un anno fa, passando per la famiglia tipo da 200 a 445 euro”.(Continua a leggere dopo la foto)

Le tariffe del gas non sono state aggiornate perché il sistema da ottobre cambia. L’aggiornamento delle tariffe diventerà mensile e sarà ex post e non più ex ante. “Fra un mese – ha detto il presidente dell’Arera Stefano Besseghini a Sky Economia – non d dobbiamo attendere un raddoppio del gas, siamo in una fase di riposizionamento, se questo andamento dovesse confermarsi l’allinea-mento sarebbe decisamente più contenuto”.

Ti potrebbe interessare anche: “Trovate tracce di mRna”. Lo studio choc che ora allarma milioni di mamme nel mondo

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Pnrr, non riescono nemmeno a spendere i soldi”. Scoppia lo scandalo dei fondi: cosa succede

Le “contro-restituzioni”. Una volta i 5S “restituivano” i soldi, ora se li riprendono. La decisione di Conte