Vai al contenuto

“Bollette da 7 mila euro a famiglia”: prezzi dell’energia di nuovo alle stelle, ecco chi rischia un inverno difficilissimo

Pubblicato il 07/11/2022 09:34

Un nuovo decreto “Aiuti” da 9 miliardi di euro. Questa la promessa fatta dal governo Meloni per contrastare gli effetti della crisi energetica che minaccia di rendere l’inverno difficilissimo a tante famiglie, un impegno preso proprio quando si sta però aprendo un altro fronte: la fine delle tutele sul mercato del gas e dell’elettricità ha fatto scattare a sua volta l’allarme, con piccole imprese e consumatori che hanno già chiesto rapidi interventi. Sul mercato libero i prezzi dell’energia stanno infatti raggiungendo prezzi folli, mai visti prima, e la situazione potrebbe peggiorare ulteriormente il primo gennaio 2023, quando finirà il regime di mercato tutelato per l’energia elettrica a favore di microimprese e condomini. Nella stessa data, arriverà anche lo stop alla tutela sulle forniture di gas alle famiglie. (Continua a leggere dopo la foto)

Come spiegato da La Stampa, dopo le proteste dei commercianti sono i consumatori, ora, a farsi sentire. A spaventare sono i dati contenuti in un dossier realizzato da Assoutenti che ha analizzato tutte le offerte presenti nel Portale Offerte dell’Autorità per l’energia: le tariffe praticate sul mercato libero di energia e gas risultano infatti sensibilmente più elevate rispetto a quelle del mercato tutelato, con i contratti a prezzo bloccato che, in particolare, sembrano proibitivi, raggiungendo un costo medio di 5.077 euro a famiglia per il gas e 2.429 euro per l’elettricità. (Continua a leggere dopo la foto)

Secondo Assoutenti, “confrontando tali dati con le tariffe in vigore sul mercato tutelato, il divario risulta abnorme”: per un contratto a prezzo fisso il gas costa sul mercato libero in media il 166% in più con una maggiore spesa da +3.173 euro a famiglia. E ancora, scorrendo i numeri, sulla luce si registra un +124% con un aggravio da 1.346 euro a nucleo, forbice che si riduce per i contratti a prezzo variabile. (Continua a leggere dopo la foto)

“Il governo deve necessariamente tenere conto di tale abnorme divario per tutte le decisioni che adotterà in ambito energetico” ha spiegato il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi, che ha rivolto un appello alministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin e al premier Giorgia Meloni, affinché “sivari subito una proroga del mercato tutelato gas, almeno fino al gennaio 2024 come per la luce, con possibilità di ulteriori rinvii se dovesse proseguire l’emergenza in atto, in modo da salvare famiglie e imprese dai costi insostenibili del mercato libero”.

Ti potrebbe interessare anche: “In arrivo la sesta ondata”. Gli ipervaccinati di Israele lanciano l’allarme: e da noi c’è chi si sfrega già le mani