in ,

Biden a gamba tesa contro Brexit e Johnson: i Democratici allergici al popolo

Il candidato democratico Usa Joe Biden ha deciso di entrare a gamba tesa nella disputa della Brexit tra Regno Unito e Ue. Non è un caso se lo ha fatto, ovvio. È bastato un semplice tweet per far capire tutto. Biden ha infatti scritto: “Non possiamo accettare che gli accordi di pace del Venerdì Santo per l’Irlanda del Nord ora vengano messi a rischio dalla Brexit. Ogni eventuale accordo commerciale di libero scambio tra Uk e Usa deve rispettare quel patto ed evitare un ritorno a un confine duro tra Irlanda e Irlanda del Nord. Punto”. Ora, Biden lo ha scritto perché gli sta davvero così a cuore la questione irlandese o c’è altro?

Al candidato democratico alla Casa Bianca non sono piaciuti gli ultimi comportamenti del governo britannico, che con la nuova legge “Internal Market Bill” – ora all’esame del Parlamento britannico – minaccia di violare i trattati internazionali e di rinnegare l’accordo di divorzio dello scorso autunno che lo stesso Boris Johnson ha controfirmato con l’Unione europea e che prevede ferree regole per l’Irlanda del Nord con due obiettivi: preservare la pace in Irlanda del Nord e proteggere il mercato unico europeo.

Ma la questione è un’altra: siccome Farage e Johnson hanno detto Brexit sfidando il mainstream, ecco che Biden ha bisogno di far capire da che parte si deve stare. Il suo era un messaggio diretto sì al premier britannico, ma anche e soprattutto altrove. La speaker della Camera del Congresso americano, inoltre, la democratica Nancy Pelosi, ha ribadito più volte negli ultimi mesi: “Il Congresso degli Stati Uniti non approverà mai un accordo di libero scambio con Londra se questa metterà a repentaglio gli sforzi per la pace in Irlanda”.

Il tweet di Biden serve a dettare anche la linea in caso di vittoria dei dem alle elezioni. L’intenzione è quella di rinsaldare quel legame Usa-Ue che Trump ha sfilacciato in questi quattro anni. E tutto questo potrebbe andare a scapito del Regno Unito in procinto della realizzazione definitiva della Brexit. I democratici americani, così come quelli europei, non tollerano Brexit, perché non tollerano gli Stati liberi da certi vincoli.

Ti potrebbe interessare anche: Cina, scoperto database con dossier e dati sui porti italiani: vogliono prenderci tutto

Recovery Fund, l’Ue ci invita a tagliare le tasse sul lavoro ma… “senza esagerare”

Italexit, apre un nuovo circolo a Rovigo. Paragone: “Stiamo crescendo. Serve aiuto di tutti”