in

Bassetti e Pfizer, quel legame sparito dal curriculum del virologo dopo la notorietà

Si sbraccia, pontifica, zittisce chi non la pensa alla sua stessa maniera, occupa stabilmente le poltrone dei salotti televisivi e, da un po’ di tempo a questa parte, anche le copertine dei giornali. Matteo Bassetti incarna alla perfezione il virologo di questi tempi bizzarri, un po’ scienziato e un po’ star, fedelissimo alla linea dettata dal governo e deciso a difenderla a ogni occasione, forte della sua conoscenza in materia di virus e vaccini e dei suoi trascorsi. Ecco, proprio il passato è tornato a bussare in queste ore, con qualche dubbio emerso sulle sue precedenti esperienze.

Come riportato da Il Tempo, infatti, sul sito di Villa Montallegro, la clinica con cui Bassetti collabora, sono presenti due curricula del virologo. Uno risale al 10 marzo del 2018, quando ancora gli italiani non avevano imparato a conoscere la figura del virologo, oggi quasi onnipresente. L’altro è molto più recente, datato 18 luglio 2021. Due testi molto simili, con qualche significativa differenza che fa però capolino qua e là.

In entrambi, precisa il Tempo, i casi l’elenco dei congressi medici internazionali cui ha partecipato come relatore “termina con la Croatian Society of Infectious Diseases 2016 e con il congresso 2016 della European Association of Hospital Pharmacist. Sparito, totalmente sbianchettato nel cv 2021, invece l’ultimo capitoletto che illustrava la carriera del professore Bassetti. Nel 2018 infatti aggiungeva: Membro del Global advisory board and International delle seguenti industrie farmaceutiche, e giù un elenco di 13 bei nomi dell’industria nazionale e internazionale, da Aventis a Menarini, da Bayer ad Angelini”.

Una delle aziende presenti in elenco, però, potrebbe essere il motivo della scomparsa della lista nel nuovo curriculum di Bassetti: Pfizer. Il virologo, stando a quanto riportato nel primo dei due documenti, “era dunque membro del Global advisory board and International dell’azienda farmaceutica, che oggi prospera grazie al fatturato del suo vaccino anti-Covid”. Lo stesso Bassetti, però, non sembra troppo interessato a ricordarlo.

Ti potrebbe interessare anche: Ora chi non ha il Green pass è costretto a mangiare a terra. La foto scandalo

Il vaccino Pfizer è stato approvato in via definitiva o è ancora in uso emergenziale?

Il Corriere si inventa un “green pass obbligatorio a scuola”: siamo al terrorismo mediatico