in

Il nuovo business di Amazon: la salute. Pronti i nuovi tamponi e la scalata alla Sanità

Il Covid ha fatto ricchi molti, Amazon su tutti. Ma la sete di denaro non è mai abbastanza, e adesso il colosso di Jeff Bezos punta sul nuovo business: proprio quello della salute. “Grazie” alla pandemia, Amazon nel solo 2020 ha toccato quota 386 miliardi di dollari, un notevole +38% rispetto al 2019. Ed è notizia di questi giorni che ora la società ha creato un tampone naso-molecolare (Real-time RT-PCR test) per monitorare le condizioni di salute dei propri dipendenti rendendo più sicuri i luoghi di lavoro. Ma questo tampone, presto, sarà messo in commercio anche per tutti gli altri. (Continua a leggere dopo la foto)

Il tampone – riporta affaritaliani.it – è stato creato dalla società STS Lab Holdco sulla scia di un altro test per il Covid-19 realizzato da BGI Genomics, società cinese leader mondiale nel sequenziamento del genoma umano, e il via libera per l’utilizzo è arrivato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti (l’equivalente dell’Ema europea). In una prima fase, la distribuzione del dispositivo sarà riservata a livello aziendale, con somministrazione su base volontaria ogni due settimane, ma non è da escludere che il kit possa essere messo in commercio a breve, a partire dagli Usa”. (Continua a leggere dopo la foto)

Attualmente il test consiste in un tampone nasale che un soggetto può eseguire in completa autonomia, per poi inviarlo al laboratorio aziendale che lo analizza e comunica il risultato. “Tra settembre e dicembre 2020 Amazon ha raccolto 560 mila campioni, attuando un’efficace operazione sanitaria interna alle proprie sedi”. (Continua a leggere dopo la foto)

“L’ipotesi che il dispositivo possa finire sul mercato c’è, come si vocifera da tempo che siano in corso trattative anche in merito alla distribuzione del vaccino, negli Usa ma non solo, anche se dall’azienda non trapelano conferme definitive”, spiegano da facileamz.com, una realtà specializzata in vendite su Amazon. “Di certo c’è che Amazon da tempo considera il settore medico come una possibile area di espansione, e il periodo potrebbe rivelarsi indubbiamente propizio”, concludono gli esperti.

Ti potrebbe interessare anche: Whatsapp, privacy: “O così o tanti saluti”. Cosa succede se non accettate i nuovi termini

L’indice Rt risale. Ecco le Regioni che rischiano di diventare arancioni

Dopo vino annacquato e vermi, l’Ue vuole imporci il latte finto: quello di piselli frullati