in

Qua la Zampa! Uscita dalla porta, Speranza la fa rientrare dalla finestra… del ministero

Era diventata famosa durante la pandemia per aggravare sempre la situazione nelle sue comparsate tv, quasi sempre a “Otto e Mezzo” su La7. Sandra Zampa, ex sottosegretaria alla Salute nel governo Conte bis, non si era vista riconfermata nel suo ruolo dal nuovo premier Mario Draghi. Ma la speranza è l’ultima a morire, specie se, appunto, è proprio Speranza, il ministro della Salute, a decidere del tuo destino. E così eccola che, uscita dalla porta del ministero, rientra dalla finestra. La Zampa è stata la sola non riconfermata in quel dicastero, visto che il nuovo premier si è tenuto il ministro Roberto Speranza e il sottosegretario Pierluigi Sileri. Ma ora c’è una grande novità. (Continua a leggere dopo la foto)

Sandra Zampa ha una storia politica particolare, rappresenta un po’ quel sogno che solo la politica italiana sa dare: trovare un posto a tutti nonostante tutto. Infatti, come ricorda Il Tempo, “era restata senza stipendio perché nel 2018 era stata pure sconfitta nella corsa a un seggio parlamentare: candidatasi per la terza volta consecutiva, era stata battuta in Senato dal fratello di Italia Alberto Balboni. Ma a sinistra c’è sempre speranza di essere tirato fuori dai guai con altri soldi pubblici”. (Continua a leggere dopo la foto)

E così, il 18 marzo scorso come scrive oggi Libero, è stata arruolata fra i consulenti del ministro Speranza in persona collaborando con lui sugli “aspetti comunicativi relativi alle relazioni internazionali e alle attività istituzionali nazionali del ministero”. Insomma, non proprio la stessa posizione di privilegio di prima, come sottosegretaria, ma è comunque qualcosa. E l’importante, soprattutto di questi tempi, è portare a casa la pagnotta, vero? Chissà cosa ne pensano i tanti ristoratori e i tanti cittadini senza lavoro né ristori. (Continua a leggere dopo la foto)

Conclude il quotidiano: “Alla Salute il ministro si è portato così avanti sulla strada della transizione ecologica, mettendo in piedi una sorta di fabbrica del riciclo: prima della Zampa così riciclata era già arrivato l’ex compagno di partito del ministro Alfredo D’Attoree e l’ex europarlamentare Pd, Massimo Paolucci…”.

Ti potrebbe interessare anche: Boldrini: “La mia assistente mi prenotava la parrucchiera perché sono una donna single”

L’ultima idea del governo Draghi? Il “giallo rafforzato”, che penalizza bar e ristoranti

Scuola, lo sciopero di studenti e insegnanti: insieme contro la Dad. “Torniamo in classe”