in

“Vaccini e disturbi mestruali, in corso una valutazione approfondita”: l’annuncio dell’Ema

Pubblicato il 12/02/2022 11:28

Si era parlato in più occasioni, in passato, della possibile correlazione tra i vaccini anti-Covid e i disturbi nel ciclo mestruale riscontrati da alcune donne che si erano sottoposte all’inoculazione. Segnalazioni spazzate via dal clima di oppresione che vige ormai da tempo in Italia, dove avanzare dubbi sulla sicurezza o l’efficacia dei farmaci non è più possibile da tempo. Con l’Agenzia europea del farmaco che ha però confermato proprio in queste ore i timori in merito, riaccendendo le polemiche.

Come confermato dall’Adnkronos, infatti, il comitato per la farmacovigilanza Prac dell’Agenzia europea del farmaco Ema è al lavoro per esaminare “casi di irregolarità del ciclo mestruale” segnalati dopo la vaccinazione con vaccini anti-Covid a mRna. Sotto la lente degli esperti, “gli alert arrivati su due problematiche in particolare: sanguinamento mestruale pesante (mestruazioni abbondanti) e assenza di mestruazioni (amenorrea), condizioni osservate dopo la somministrazione di Comirnaty* di Pfizer/BioNTech e Spikevax* di Moderna”.

Dopo aver ricevuto le segnalazioni in merito ed esaminato i singoli casi, “il Prac ha deciso di richiedere una valutazione approfondita di tutti i dati disponibili, compresi gli episodi riportati in sistemi di segnalazione spontanea, le sperimentazioni cliniche e la letteratura pubblicata”. in passato, il comitato aveva ricevuto altre segnalazioni di disturbi mestruali dopo la vaccinazione, concludendo però che non era possibile stabilire con certezza un legame.

Secondo gli esperti dell’agenzia, “i disturbi mestruali sono molto comuni e possono verificarsi per un’ampia gamma di condizioni mediche di base, nonché per stress e stanchezza. Casi di questi disturbi sono stati segnalati anche in seguito all’infezione da Covid”. In questa fase “non è ancora chiaro se esista un nesso causale tra i vaccini Covid e le segnalazioni. Inoltre, non ci sono prove che suggeriscano che questi vaccini influiscano sulla fertilità. L’Ema comunicherà ulteriormente quando saranno disponibili ulteriori informazioni”.

Ti potrebbe interessare anche: “Invece di ossessionare i cittadini con Green pass e vaccini, Toti non potrebbe occuparsi della sanità?”

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Scrivono “ricordatevi di vivere” e arrivano i carabinieri. In Italia è a rischio anche la libertà di espressione

La spallata a Conte è l’ennesima vittoria di Borrè, l’avvocato che costringe il M5S a rispettare le regole