in

Tutti vaccinati e con tre dosi. Focolaio Covid nella casa di riposo

Pubblicato il 09/11/2021 17:13

Il focolaio covid che non ti aspetti. E sì, perché questa volta ad incrinare le incrollabili convinzioni dei fanatici del vaccino è una vicenda che per lorsignori si pone ai limiti della realtà. Il diavolo ci ha messo proprio la coda. A cadere sotto i colpi del contagio non sono gli odiati No-vax e neanche i disciplinati cittadini con due dosi. No, questa volta il focolaio riguarda tutti vaccinati con tre dosi. Praticamente l’incubo di Burioni, Bassetti & Co.

Era sabato 30 ottobre quando due operatori sanitari e l’addetta alle pulizie durante i periodici controlli con tampone si sono rivelati positivi al Covid. A quel punto è scattata la corsa contro il tempo per fermare l’espandersi del focolaio riuscendo a limitare i danni. Alla fine nella casa di riposo Lamon a Belluno sono risultati contagiati 5 anziani ospiti della rsa e 4 operatori: tutti sono vaccinati con tre dosi, secondo quanto riportano i giornali locali dai cui siti in qualche caso l’articolo è poi sospettosamente sparito.

Ovviamente sono state sospese immediatamente tutte le visite di parenti e tutti gli altri dipendenti e ospiti sono stati sottoposti a tampone. Le strutture sanitarie si sono subito premurate di chiarire quello che colpevolmente nella stragrande maggioranza dei casi lasciano nell’ambiguità: “I vaccini anti-Covid non proteggono al 100% dall’infezione ma abbattono il rischio di ricovero in ospedale”. E tuttavia resta comunque la domanda di come sia possibile che, nonostante la solare evidenza di un vaccino pieno di falle, effetti collaterali e difetti di copertura, ci sia ancora chi voglia scaricare le responsabilità su chi esercita il suo diritto a non vaccinarsi. È davvero per questo siero e per questa battaglia che stiamo facendo strame della nostra Costituzione e delle libertà dei cittadini? Ma i Talebani del vaccino non sentono ragioni e vanno dritti verso il precipizio della notte del diritto e della ragione.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Morti Covid, più vaccinati che non vaccinati. I dati dell’ISS parlano chiaro

Capitano Ultimo

L’allarme di Capitano Ultimo: “In Italia deriva autoritaria. Non si può criminalizzare il dissenso”