in

Scandalo sul numero dei non vaccinati: ne hanno contati (molti) di meno. La bufera che investe la sanità inglese

Pubblicato il 20/04/2022 10:17

Un realtà che sta venendo a galla piano piano, in un Paese, il Regno Unito, che si è trasformato col passare dei mesi nel punto di riferimento per tanti altri Stati grazie a una gestione oculata della pandemia che ha permesso alla popolazione di tornare alla normalità in largo anticipo e senza finire schiacciata nella morsa di obblighi e restrizioni. Con numeri che, nonostante le critiche dei virologi italiani, hanno finito per premiare Boris Johnson e le sue scelte, possibili grazie alla Brexit che ha reso la nazione libera dai diktat di Bruxelles. E che oggi ci svelano come, alla base del successo britannico, non ci siano certo i vaccini.

Come rivelato dall’ultimo report redatto dalla Uk Healt Security Agency e riportato dalla testata The Liberty Beacon, infatti, il Regno Unito è riuscito a lasciarsi alle spalle prima di altri Paesi l’incubo Covid non solo grazie a una politica più permissiva, che ha evitato lockdown e imposizioni gravose a danno della popolazione, ma anche al netto di una percentuale di vaccinati ben inferiore rispetto a tanti altri Stati, Italia in primis. I numeri ufficiali ci dicono infatti che ben 19.184.886 persone non hanno ricevuto nemmeno una dose dei farmaci anti-Covid. Non proprio una ristretta minoranza.

Dati che contrastano anche con quelli forniti fino a qualche mese fa dalle stesse autorità britanniche, che avevano evidentemente sottostimato la percentuale di non vaccinati sul territorio o che, questa la tesi sostenuta da alcune testate inglesi di fronte all’evidenza, potrebbero aver volontariamente nascosto una parte della verità per non far perdere ulteriore terreno alla campagna vaccinale. Fatto sta che, spulciando ancora le statistiche, balzano agli occhi i 2.579.888 cittadini che dopo aver fatto la prima non hanno voluto effettuare la seconda, con 9.084.247 persone che hanno invece detto no alla terza.

In sostanza, poco meno di 12 milioni di cittadini del Regno Unito si è fermato soltanto a una dose, senza voler effettuare seconda e terza, mentre 19 milioni di persone non hanno nemmeno ricevuto la prima. Come spiegato da The Liberty Beacon, in una nazione dalla popolazione complessiva stimata di 68 milioni di persone, circa un terzo non ha mai iniziato il proprio percorso di vaccinazione. Eppure, dando un’occhiata ai dati su morti e ricoveri per Covid nel periodo che va tra febbraio e marzo 2022, sono stati soltanto 321 i decessi tra i non vaccinati, a fronte di 3.736 persone venute a mancare nonostante la somministrazione dei farmaci. La conferma di come insistere sulla vaccinazione obbligatoria non fosse decisamente la strada giusta, anche se il governo italiano non l’ha ancora capito.

Ti potrebbe interessare anche: Cassese: “Basta con le compressioni delle libertà. Se sproporzionate, sono illegittime”

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Anziano gettato in un cassonetto, è sempre più allarme violenza e sicurezza in Italia

Pnrr, Green pass, Superbonus, Paragone disintegra il governo Draghi. L’attacco in diretta