in

“Risultati impressionanti”. Molnupiravir, come funziona la pillola anti-Covid

Pubblicato il 12/10/2021 09:57

L’azienda farmaceutica Merck ha presentato i dati alla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti per l’autorizzazione all’uso di emergenza (esattamente come è avvenuto con i vaccini) per il suo farmaco anti-Covid Molnupiravir. Lo scorso 1° ottobre, l’azienda e Ridgeback Biotherapeutics hanno riportato i dati provvisori della sperimentazione di fase III del farmaco per la COVID-19 da lieve a moderata, che ha ridotto di circa il 50% il rischio di ospedalizzazione e morte negli adulti. Anthony Fauci, l’immunologo statunitense e consulente della Casa Bianca, ha definito i risultati “impressionanti”. (Continua a leggere dopo la foto)

Il professor Francesco Scaglione, professore di Farmacologia all’Università degli Studi di Milano e farmacologo clinico all’Ospedale Niguarda ha raccontato in Italia perché questa potrebbe essere una svolta decisiva. Ma, partendo da quanto recentemente scoperto in Israele, Cristina Marrone del Corriere Salute ha anche spiegato perché non è ancora il caso di abbassare la guardia. (Continua a leggere dopo la foto)

“L’impatto straordinario di questa pandemia richiede che ci muoviamo con un’urgenza senza precedenti, ed è quello che i nostri team hanno fatto presentando questa domanda per molnupiravir alla FDA entro 10 giorni dalla ricezione dei dati”, ha detto Robert Davis, Chief Executive Officer di Merck. Se autorizzato, potrebbe essere disponibile negli Stati Uniti prima della fine dell’anno. L’azienda sta anche lavorando per presentare domanda ad altri regolatori in tutto il mondo. (Continua a leggere dopo la foto)

Mike Ryan, direttore esecutivo del programma emergenze sanitarie dell’OMS, ha detto che medicine come il Molnupiravir sono una sorta di “Santo Graal” per i trattamenti, anche se l’agenzia sta ancora aspettando di vedere i dati grezzi della sperimentazione clinica. “Se si può fermare il virus prima che faccia ammalare qualcuno, allora è una svolta in questo senso”, ha detto. Brutto colpo per i vaccini e gli affaristi…

Ti potrebbe interessare anche: L’Aifa è sotto inchiesta: qual è l’accusa della Corte dei Conti. Tremano i vertici della sanità italiana

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Contagi, ricoveri e decessi: i numeri non giustificano più Green pass e stato d’emergenza

L’Italia scende in piazza: da Nord a Sud, monta la rabbia contro il governo Draghi