in ,

Il retroscena sulla Merkel e il nuovo lockdown: cosa è successo in Germania. Tensione alle stelle

Pubblicato il 25/11/2021 07:51

Prima di abbandonare le scena voleva fare un altro colpo di mano dei suoi, ma non le è riuscito. Un retroscena rivela che Angela Merkel avrebbe voluto un lockdown immediato fino all’8 dicembre. È quello che la cancelliera ha chiesto ai vertici del futuro governo ieri in cancelleria, in un riservatissimo incontro con Spd, Verdi e Liberali, secondo quanto riferisce la Bild oggi. Ma i leader dei tre partiti, che hanno la maggioranza al Bundestag, hanno respinto la richiesta, lasciando a bocca asciutta la Merkel che voleva dare l’ennesima stretta in Germania. (Continua a leggere dopo la foto)

Il nuovo governo tedesco – fondato sull’alleanza tra socialdemocratici, verdi e liberali – è infatti pronto, e ha voluto dare subito un segnale, rifiutando l’ultima richiesta liberticida della Merkel. “Il semaforo c’è”, ha annunciato il futuro cancelliere Olaf Scholz, spiegando che a unire i tre partiti, i cui rispettivi colori sono rosso, verde e giallo, “è la volontà portare avanti il Paese, renderlo migliore e tenerlo coeso”. Un documento di 177 pagine mette nero su bianco l’accordo di governo, raggiunto dopo quasi due mesi di negoziato. (Continua a leggere dopo la foto)

Come spiega il Corriere, “i punti qualificanti del programma sono l’aumento del salario minimo a 12 euro, un piano edilizio per costruire 400 mila nuovi appartamenti l’anno, la lotta alla povertà infantile, la stabilizzazione delle pensioni, ma soprattutto «un massiccio programma di investimenti pubblici nell’agenda climatica e nella digitalizzazione». Interessante, tuttavia è che il documento evochi il tema della flessibilità a proposito del Patto di Stabilità e Crescita e si mostri aperto alla sua riforma”. (Continua a leggere dopo la foto)

Scholz, che sarà il primo cancelliere socialdemocratico dopo 16 anni, dovrebbe essere eletto dal Bundestag già il 6 dicembre. In una plastica dimostrazione di unità e solennità, tutti i leader della nuova maggioranza hanno preso parte alla conferenza stampa di presentazione dell’accordo. Il presidente della Fdp Christian Lindner, che come anticipato dal Corriere sarà il prossimo ministro delle Finanze, ha parlato di “un cambio di direzione”, che nonostante le differenze consentirà di superare lo status quo.

Ti potrebbe interessare anche: Super Green Pass, ok all’unanimità dal Cdm: ecco cosa cambierà dal 6 dicembre

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

Disney World e tutta la Florida dicono basta all’obbligo vaccinale: “Stop discriminazioni”

Super Green pass, rivolta degli alberghi contro il governo