in

“Il Green pass resta!” Arriva il mortifero annuncio del Governo Salvini-Speranza-Draghi

Pubblicato il 19/04/2022 09:19

Dal primo maggio gli italiani potrebbero tirare finalmente un sospiro di sollievo e liberarsi di quelle maledette mascherine che non sopportiamo più. Il 30 aprile, infatti, scade l’obbligo, ma il governo è pronto a introdurre alcune novità. Il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha spiegato che “questa settimana verranno prese delle decisioni in merito. Credo che la direzione sia quella che si passi a una raccomandazione sull’uso delle mascherine perché sono convinto che in questi due anni gli italiani abbiano preso una consapevolezza diversa, come è successo con le mascherine all’aperto, dato che vedo cittadini che le indossano ancora”. Si dovrebbe quindi dire addio all’obbligo anche al chiuso, ma non per tutti. A scuola, infatti, resteranno fino alle fine dell’anno scolastico. Con 30 gradi nelle classi e studenti, docenti e personale Ata costretto ancora alla tortura. (Continua a leggere dopo la foto)

Tra i nodi da sciogliere resta anche quello relativo al prolungamento dell’uso delle mascherine sui mezzi pubblici, su cui Costa dà parere favorevole. Riguardo al Green pass, invece, il governo Salvini-Draghi-Speranza non fa passi indietro. “I criteri non cambiano – spiega ancora Costa a nome dell’esecutivo -. Di fatto il Green pass c’è sempre, solo che dal primo di maggio non verrà più richiesto per nessun tipo di attività, e noi confidiamo e auspichiamo che non ce ne sia più bisogno”. Insomma, la certificazione verde “non è che sparisce – precisa Costa -, semplicemente non viene più richiesta e non viene più utilizzata, così come peraltro accaduto con la struttura commissariale: non c’è più il commissario straordinario ma c’è sempre una struttura pronta per l’evenienza”. (Continua a leggere dopo la foto)

Guardando all’estate, il sottosegretario Costa sostiene che è necessario “lanciare dei messaggi di fiducia e di speranza ai cittadini, e io credo che ci sono le condizioni per un’estate senza restrizioni”, anche alla luce del fatto che “dopo due anni di regole e restrizioni, soprattutto dopo che gli italiani si sono vaccinati, e hanno rispettato tutte le indicazioni del governo, è giusto dare in questo momento messaggi positivi, ed è giusto dire che ci sono le condizioni per un’estate senza nessun tipo di restrizioni”. (Continua a leggere dopo la foto)

Sulla decisione del governo di togliere l’obbligo di mascherine al chiuso pesa sicuramente il fatto che circa 2 milioni di italiani sono stati all’estero per le vacanze e hanno visto che lì non ci sono le mascherine né il Green pass e in questi giorni non faranno altro che raccontare ai loro amici quanto bello sia stato non dover pensare a queste cose. Pe evitare disordini seri, evidentemente, il governo ha capito che è ora di allinearsi con gli altri Paesi, dove di restrizioni ce ne sono state poche o nulla e hanno avuto molti meno morti di noi.

Ti potrebbe interessare anche: De Vecchis (ItalExit): ”Troppi infortuni sul lavoro Orlando intervenga”

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Mascherine contro il covid, Pregliasco ordina e il governo esegue: cosa hanno deciso

Toccherà agli italiani più poveri pagare il buco nel bilancio. L’ennesima ingiustizia firmata Lega