in

L’Italia muore di fame! Coronavirus, 1 milione di nuovi poveri

Secondo una stima della Coldiretti, effettuata sulla base di coloro i quali hanno beneficiato degli aiuti alimentari, è aumentato di oltre un milione il numero delle persone che non hanno di che sfamarsi. Caritas e Banco Alimentare registrano un aumento del 40% delle richieste con picchi anche superiori in alcune zone del Paese. Le maggiori criticità sono in Campania (20%), Calabria (14%), Sicilia (11%), Lazio (10%) e Lombardia (9%). 3,7 milioni è il nuovo numero di poveri in Italia, prodotto di settimane di blocco del sistema economico-produttivo. Dietro questo numero ci sono persone che hanno perso il lavoro e non possono lavorare in smart working, persone con contratti a tempo determinato, o che lavoravano saltuariamente, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, persone che non godono di aiuti pubblici o sussidi e non hanno risparmi.

Si tratta di una emergenza sociale senza precedenti dal dopoguerra. Tra i centri di distribuzione dei pacchi alimentari e le mense solidali si vedono tanti volti nuovi, che mai prima di adesso si erano trovati in condizioni così problematiche. I volontari raccontano che arrivano numerose chiamate di madri e padri che non sanno come sfamare i propri figli e si vergognano di trovarsi in questa difficoltà. Aumenta il numero di persone che contribuiscono attraverso donazioni: più di un terzo (36%) lo ha fatto con donazioni via web, il 17% ha usato il telefono, mentre 1 italiano su 4 (25%) si è preoccupato di fare la spesa per anziani e disabili mentre una fetta altrettanto importante della popolazione pari al 24%.

Anche all’interno dei carceri le persone reagiscono mobilitandosi prontamente. “La repubblica” racconta l’iniziativa solidale del carcere di Bollate. I detenuti hanno raccolto le loro il possibile e lo hanno donato alla Protezione civile: 1.405 euro e 200 chili di prodotti al Banco alimentare lombardo.
Aumenta la povertà e grazie agli italiani aumenta il numero di attività solidali. E il governo? Ah già. Anche il governo porta il proprio contributo alla Nazione con aumenti: aumenta il numero di promesse non mantenute, di chiacchiere, di task force speciali che contano oltre 450 esperti, di autocertificazioni, di continue revisioni dei Decreti…

Altro che giubileo fiscale: all’orizzonte ci sono nuovi aumenti delle tasse

Trucchi delle banche e intoppi burocratici: la prima settimana del dl liquidità è un disastro