in

ItalExit in continua crescita: due esponenti abbandonano FdI ed entrano nel partito di Paragone

Pubblicato il 01/03/2022 16:06 - Aggiornato il 03/08/2022 14:07

ItalExit in continua crescita: dopo l’ingresso nel gruppo parlamentare ItalExit per l’Italia del senatore William De Vecchis (ex Lega), Stefano Buzzi e Sonia Sigurtà lasciano FdI per il partito di Paragone

Italexit cresce e si rafforza sul territorio. Dopo il passaggio di William De Vecchis dalle file leghiste al gruppo parlamentare del Senato ItalExit per l’Italia, in Lombardia si registrano due nuovi ingressi che portano con sé esperienza, entusiasmo e un ruolo nelle istituzioni locali. A Lodi il professor Stefano Buzzi, medico legale e docente presso l’Università degli Studi di Parma, ha deciso di lasciare FdI e di rinunciare al ruolo di assessore comunale per aderire al partito di Gianluigi Paragone. A Calco, in provincia di Lecco, la consigliera comunale Sonia Sigurtà ha lasciato FdI e la carica di responsabile provinciale del dipartimento cultura per fondare il gruppo Italexit per l’Italia in Consiglio comunale.

“Oggi per me è un giorno importante”, ha dichiarato il professor Buzzi. “Ho infatti deciso di ufficializzare il mio addio a Fratelli d’Italia, rinunciando al mio ruolo di assessore comunale, per abbracciare un nuovo progetto in cui credo profondamente”.
Perché ha scelto di lasciare FdI e di passare con Gianluigi Paragone?
“FdI, pur professandosi partito di opposizione, in realtà ne ha fatta poca e male. Sui veri problemi della gente, un partito che si richiama ai valori sociali avrebbe dovuto battersi per la tutela del posto di lavoro, contro ogni forma di coercizione limitativa dei valori costituzionali. Avrebbe dovuto chiamare le masse in piazza, ma non lo ha fatto”.
Buzzi sottolinea come la sua scelta nasca da una precisa visione sociale e politica.
“Caro bollette, disoccupazione, povertà sempre più diffusa, incertezza per i giovani, difficoltà per le famiglie: ho deciso di unirmi a chi lotta per la difesa dei valori costituzionali sfidando i poteri forti e chiamando la gente in piazza. Plaudo al coraggio di Gianluigi Paragone e mi onora il fatto di far parte della sua squadra. Ci attende una sfida impegnativa. Con grande probabilità, è l’ultima chiamata per provare a lasciare ai nostri figli un’Italia migliore di questa”.

Anche Sonia Sigurtà, consigliera comunale di Calco, ha scelto di lasciare FdI e di entrare in ItalExit.
“Ho aderito con grande entusiasmo a ItalExit per l’Italia di Gianluigi Paragone” ci ha spiegato. “Sono onorata di aver trovato un partito politico combattivo, in prima linea per la rivendicazione delle libertà personali sancite dalla nostra Costituzione, a partire dall’opposizione all’odioso green pass. ItalExit si batte per noi e per il nostro futuro. Per una difesa reale dell’economia italiana volta al ripristino di una sovranità nazionale al di fuori di questa gabbia europea. Voglio rivolgere un saluto a tutti gli iscritti e simpatizzanti: insieme cambieremo l’Italia”.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Non sono vaccinati”. Nella crisi in Ucraina spunta un’altra grana. E ora come si fa?

Rai o Tele-Magggioni? A viale Mazzini scende in campo lei. L’elenco delle sue gaffe