in

De Vecchis (Italexit): “Caregiver, un ddl dimenticato”

Pubblicato il 21/04/2022 21:57

De Vecchis (Italexit): caregiver un ddl dimenticato

In tutti i provvedimenti parlamentari in materia di disabilità e lavoro viene utilizzata dicitura “caregiver” per sottolineare ed evidenziare le problematiche delle famiglie con persone fragili.
Ma come spesso avviene in Italia c’è una pesante anomalia: non vi è nessuna legge attuativa che riconosce giuridicamente la figura del caregiver.



Che fine ha fatto il testo unico incardinato in commissione lavoro?
Perché questo governo e questa maggioranza hanno di fatto “ congelato” questo provvedimento?
Un ddl certamente con molte criticità ma un primo passo importante per iniziare un percorso di dignità umana, un testo che potrà essere eventualmente migliorato ma inutile se colpevolmente non approvato.
Risorse messe in bilancio seppur non sufficienti ma addirittura inutilizzabili finché non si ha un riconoscimento del caregiver.


Riscontriamo una profonda urgenza per finanziare la guerra e una deterrente lentezza per aiutare le persone fragili, ennesimo paradosso del governo draghiano. Ci si emoziona giustamente per le cruente immagini dei bambini vittime della guerra ma questo ci deve inevitabilmente portare ad prestare l’ attenzione dovuta a tutte quelle famiglie che quotidianamente combattono in silenzio la loro guerre per permettere ai loro cari di avere una vita degna di tale nome.

Senatore
William De Vecchis

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Che fine hanno fatto i documenti sull’efficacia dei vaccini? E ora per l’Aifa (querelata) si mette molto male

“Tutta colpa di mascherine e lockdown”. Ecco come hanno danneggiato i bimbi con scelte illegali