in

Vaccinato con doppia dose, muore di Covid un medico di famiglia

Pubblicato il 18/10/2021 08:19

Una notizia tristissima per tutta la comunità di Ercolano: dopo un mese di ricovero in ospedale a lottare tra la vita e la morte a causa del Covid, è morto il dottor Bernardo Cozzolino, stimatissimo medico di famiglia. Il medico era vaccinato con doppia dose, nonostante questo, però, Cozzolino ha perso la sua battaglia contro il virus. È purtroppo uno dei tanti casi di morti con doppia dose di vaccino. A dare la triste notizia è stato il dott. Paolo De Liguoro, presidente della MediCoop Vesevo e Coordinatore dei medici di Medicina Generale di Ercolano. (Continua a leggere dopo la foto)

De Liguoro non ha nascosto tutta la sua tristezza per la scomparsa del collega in un lungo post sui social ripreso da Napoli Today: “Purtroppo è venuto a mancare per il Covid l’amico e collega di Ercolano, Bernardo Cozzolino, un mio caro amico, un medico di famiglia stimato e apprezzato, un uomo che ha dato tanto agli ultimi, una persona perbene, un uomo esposto, da sempre troppo esposto nel sociale e che ha pagato a caro prezzo il suo amore per la professione. Ancora una volta la MediCoop Vesevo e la Medicina di famiglia vesuviana attonita, piange un collega, che purtroppo si va ad aggiungere al triste elenco di medici morti per il Covid (364 per la cronaca)”. (Continua a leggere dopo la foto)

“E nel mio ruolo di Presidente – continua De Liguoro – di una delle più grandi Cooperative di medici d’Italia, la MediCoop Vesevo e di Coordinatore dei medici di Medicina Generale di Ercolano, corre l’obbligo gridare ad alta voce il mio ed il nostro dolore, la nostra angoscia e la nostra preoccupazione. Ci troviamo ancora circondati da tanti sconsiderati che protestano, che rifiutano i vaccini, che negano l’esistenza della morte da Covid”. (Continua a leggere dopo la foto)

“Io lo ammetto, personalmente ero convinto che questa mattanza fosse finita, soprattutto con la doppia dose di vaccino, ma con la morte del nostro Bernardo Cozzolino, che ha combattuto per un mese in ospedale contro il maledetto Covid e con il quale mi sono sentito tante volte nei giorni scorsi, prima che la situazione precipitasse, abbiamo la conferma, qualora ce ne fosse stato ancora bisogno, che anche con due dosi, si rischia di ammalarsi e di morire”.

Ti potrebbe interessare anche: “Stop al monopolio di Big Pharma”. L’Ue dice No all’appello lanciato da Oxfam

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!

“Crumiri e senza Green pass”. La denuncia dei portuali di Trieste: “Ma non molleremo”

Il ricatto di Ricciardi: attenuare lo stato d’emergenza? Solo se vacciniamo anche i minori