in ,

Biden, un’altra gaffe clamorosa: cosa ha detto nel suo discorso nel bel mezzo della guerra

Pubblicato il 03/03/2022 11:18 - Aggiornato il 03/08/2022 14:07

Forse Donald Trump un po’ di ragione (se non tutta) ce l’aveva. Uno dei grandi problemi di questa guerra è proprio il fatto che gli Stati Uniti sono in mano a un incompetente in questa fase. Joe Biden non solo sembra non avere il polso della situazione, ma continua a inanellare una gaffe dietro l’altra. “Nuova gaffe per il presidente Joe Biden”, titolano quasi tutti i quotidiani internazionali. Che ha combinato stavolta? Durante il suo discorso sullo stato dell’Unione ha parlato della crisi in Ucraina, ma ha confuso gli ucraini con gli iraniani. Il video, ovviamente, è subito diventato virale sui social. (Continua a legger dopo la foto)

Biden, 79 anni, l’uomo più anziano mai eletto alla presidenza degli Stati Uniti, stava parlando dell’invasione russa in corso: “Putin può fare il giro di Kiev con i carri armati, ma non conquisterà mai i cuori e le anime del popolo iraniano”, ha detto Biden. Subito dopo aver finito di dire “iraniano”, si vede il vicepresidente Kamala Harris, seduta dietro a Biden, mentre pronuncia la parola corretta “ucraino”. I social media sono stati infiammati dall’errore, e “iraniani” è diventato di di tendenza dopo il discorso. (Continua a legger dopo il video)

Il rappresentante della Florida Matt Gaetz ha scritto che tutti devono aver pensato che provenisse da un popolare sito di satira conservatrice: “BREAKING: Biden annuncia un piano non convenzionale per conquistare i cuori e le anime del popolo iraniano a Kiev … Non da @TheBabylonBee”. L’ex consigliere di Trump Sebastian Gorka ha scritto: «Biden ha appena detto “Kiev e il popolo iraniano” e ha aggiunto “#SenilePresident”». Un altro utente ha aggiunto: «Biden: “Putin non conquisterà mai il cuore e la mente del popolo iraniano!” Di che diavolo sta parlando?!».

Ti potrebbe interessare anche: Alla fine la Lega ha votato sì. Il Senato approva a maggioranza e gli alibi sono finiti anche per Salvini

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Guerra in Ucraina, la censura dilaga: i casi

Bombardamenti, resistenza, negoziati e 1 milione di profughi. Ultime notizie dall’Ucraina