in

“Completamente dimenticati”. Ecco quanto abbiamo ricevuto a fronte di 30mila euro di spese

Riceviamo e volentieri condividiamo…

Ciao Gianluigi, sono D. direttore commerciale di Fantaparty srl, una società nata 12 anni fa in un piccolo negozio di G., un paesino di C. Sono sposato con F, non udente dalla nascita, e abbiamo 2 magnifici bimbi di 5 e 2,5 anni.

Ti scrivo perchè sono alla esasperazione. Il nostro negozio in 12 anni è cresiuto e ora abbiamo 8 dipendenti di cui 4 a tempo indeterminato e in estate, fino allo scorso anno, oltre 200 ragazzi lavoravano con noi nella animazione Turistica.

Ora il nostro settore è specializzato nella gestione eventi, vendita di prodotti per feste e animazione… a fronte di 30 mila euro mensili di spese, tra affitti, stipendi e materiale, abbiamo ricevuto la somma di 600 euro io e mia moglie. Per non parlare del fatto che abbiamo fatto richiesta al fondo di garanzia e stiamo ancora elaborando la pratica da GIUGNO. Premettiamo che, nonostante il lockdown di marzo, proprio a giugno abbiamo estinto un finanziamento, acceso 10 anni fa.

Ci hanno completamente dimenticato, chiudendo tutti i punti di festa, aggregazione ecc, ci stanno ammazzando! Che colpa abbiamo noi che abbiamo investito i risparmi di una vita nella nostra impresa e ci troviamo in lacrime a dire ai dipendenti “state a casa”? Che colpa abbiamo noi che lavoriamo in un settore legato al benessere psicologico e sociale delle persone?

Scusa lo sfogo, ma come padre sono preoccupato per il futuro dei miei figli, come imprenditore sono preoccupato per il futuro dei miei dipendenti e della mia azienda. Spero che tu possa portare la nostra voce in parlamento.

Grazie D. M.

Il vaccino rende ricchi: il Ceo di Pfizer vende azioni per 5,56 milioni di dollari

“Sono senza un centesimo da febbraio”. L’appello degli insegnanti a progetto, disoccupati da mesi