Vai al contenuto

Maltempo, notte da incubo: frane, allagamenti e alberi caduti

Pubblicato il 02/12/2023 12:33

Notte da incubo in tante regioni d’Italia. In un dicembre che si annunci più pazzo che mai, con temperature quasi estive in alcune regioni del sud e neve e temporali al nord. Partiamo dal Trentino dove la notte è stata caratterizzata da abbondanti precipitazioni e folate di aria gelida che hanno causato molte emergenze che hanno richiesto l’intervento dei pompieri. La causa principale è stata una perturbazione atlantica che ha portato piogge estese e intense sul territorio, spingendo le autorità a dichiarare un’allerta gialla valida fino alle 18 di oggi. L’evento più grave è stata la frana verificatasi lungo la strada statale 239 tra Tione e Villa. Una colata di fango e pietre ha invaso praticamente l’intera carreggiata, costringendo alla chiusura della strada per motivi di sicurezza. (Continua dopo la foto)

Le squadre dei pompieri di Tione e i carabinieri sono intervenuti prontamente. Una squadra di geologi è attesa per un sopralluogo nelle prossime ore per valutare la situazione e determinare i passi successivi. Un altro smottamento al Bus de Vela nelle ore precedenti aveva completamente interrotto la viabilità, con la presenza di pompieri e forze dell’ordine. Fortunatamente, nessuna persona è stata coinvolta, ma è stata necessaria la chiusura della strada per motivi di sicurezza, deviando il traffico verso Sopramonte. Inoltre, il Passo Fedaia e altre aree del Trentino hanno registrato forti raffiche di vento che hanno abbattuto diversi alberi, ostacolando la viabilità. È previsto un miglioramento verso la tarda mattinata, ma nel pomeriggio si attendono ancora forti raffiche di vento. (Continua dopo la foto)

Anche in centro Italia, in Emilia Romagna, si segnalano enormi disagi a causa delle forti raffiche di vento nelle zone di Forlì-Cesena e Rimini. L’allerta rossa ancora in corso è legata proprio a queste intense raffiche e all’ingrossamento dei corsi d’acqua. A Pesaro, alberi caduti hanno causato danni, mentre a Filottrano (Ancona) le scuole sono state chiuse. La situazione richiede prudenza e si consiglia di prestare attenzione agli aggiornamenti e alle indicazioni delle autorità locali. Le intense piogge che hanno interessato la media Valle Varaita hanno provocato uno smottamento a circa 800 metri da frazione Villar, in direzione di borgata Confine. L’evento è avvenuto nella tarda serata di venerdì 1 dicembre. Dalle immagini si può osservare che una grande roccia si è riversata sulla strada provinciale, causando danni considerevoli alla carreggiata. Lo smottamento si è verificato intorno alle 23 e fortunatamente non ha causato feriti.