Vai al contenuto

Picchia la moglie in strada nella città in cui Giulia è stata assassinata: un gruppo di ragazzi interviene e…

Pubblicato il 26/11/2023 17:24

In un tragico episodio di violenza domestica, un individuo settantunenne è stato posto in stato di arresto a Tombelle di Vigonovo dopo aver perpetrato atti di brutalità fisica contro la propria consorte, colpendola e calpestandola in piena via. L’incidente ha avuto luogo la scorsa sera ed ha coinciso con la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne, gettando un’ombra ancor più cupa sulla comunità, già sconvolta dal recente femminicidio di Giulia Cecchettin. (Continua dopo la foto)

L’intervento tempestivo e coraggioso di alcuni giovani si è rivelato cruciale nel porre fine all’aggressione. I ragazzi, testimoni oculari del sopruso mentre percorrevano la via sono intervenuti prontamente, riuscendo a interrompere le violenze perpetrate dal settantunenne nei confronti della sua consorte. Nonostante la donna, visibilmente sottomessa, abbia cercato di minimizzare l’accaduto, i giovani non hanno ceduto. Hanno fotografato la targa del veicolo e immediatamente allertato le forze dell’ordine, permettendo ai carabinieri di avviare una rapida ricerca. (Continua dopo la foto)

Dopo tre ore di ricerche, l’automobile è stata individuata presso la residenza dell’uomo a Legnaro. Nonostante le iniziali difficoltà nel stabilire un contatto, l’intervento sinergico delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco ha consentito di verificare lo stato di salute della donna e di far emergere la persistente situazione di maltrattamenti subiti. In seguito a ore di negoziazioni, il settantunenne è stato infine ammanettato e trasferito in detenzione, a disposizione dell’autorità giudiziaria, rivelando un quadro di abusi prolungati e di intimidazioni che hanno segnato la vita della moglie per anni.