Vai al contenuto

“È viva e sta bene.” Kimberly Bonvissuto, le parole della procura

Pubblicato il 27/11/2023 13:20 - Aggiornato il 27/11/2023 13:21

Kimberly Bonvissuto è in uno stato di vita e benessere. Queste sono le più recenti informazioni fornite dalla procura alla famiglia della giovane, ventenne, residente a Busto Arsizio, la quale era risultata dispersa dal 20 novembre scorso. L’avvio delle indagini è stato scatenato dalla famiglia tramite una denuncia di scomparsa. Recentemente, si era appreso che la scomparsa era stata riclassificata come un allontanamento volontario. La famiglia è stata prontamente informata di questa nuova situazione, lasciandola sollevata. (Continua dopo la foto)

L’ipotesi della fuga sembra più che plausibile, rappresentando una svolta che alimenta la speranza di un esito positivo. La pubblica ministero Susanna Molteni ha avviato un fascicolo sulla scomparsa di Kimberly, una procedura cruciale che formalmente registra la denuncia di scomparsa e permette l’avvio delle indagini tecniche per individuare la sua posizione. I genitori, Mariano Bonvissuto e Graziana Tucci, hanno rivolto ripetuti appelli alla figlia, esortandola a comunicare e rassicurare sulla sua condizione. Nel loro messaggio traspare la speranza che, nonostante le attuali circostanze, la famiglia possa affrontare unita la situazione e superarla.