Vai al contenuto

Ve lo ricordate il PUDE, il Partito Unico dell’Euro? Ecco, non sono lontani dal farlo…

Pubblicato il 10/02/2021 11:24 - Aggiornato il 10/02/2021 11:27

“È tutto così patetico e lunare che non si capisce più il senso”. Interviene così il senatore di Italexit Gianluigi Paragone durante una diretta Facebook avviata sulla sua Fanpage, riferendosi al comportamento assunto da Beppe Grillo e dal Movimento in generale. 

“Mario Draghi adesso diventa un santo, come se tutto quello che ha fatto prima, tutto il suo percorso, non ci fosse più. Caro Grillo basta. Ma mi rivolgo a tutti quelli che dal Movimento alla Lega fecero una campagna elettorale molto diversa dai toni di oggi”. 

Paragone domanda: “Dov’è il partito che doveva difendere l’acqua pubblica? Il forum ti ha restituito sotto casa la Stella, quella che era la prima stella del Movimento. Avete tradito tutto il programma con il quale i cittadini vi hanno dato fiducia. Per non parlare poi dell’astensione, cosa vuol dire astenersi adesso? È proprio una decisione vigliacca. Almeno dovrebbero prendere una decisione”.

Prosegue dicendo: “Sento Grillo dire: ‘Ho incontrato Draghi, lo abbiamo convinto è uno di noi, è un grillino come noi, per il Reddito di cittadinanza’.

Ma per il fondatore di Italexit tale sostegno è patetico, non ci sono dubbi: “È uno che ha massacrato il popolo greco. È uno che ha condizionato le scelte di Tsipras e Varoufakis pur di costringere ad accettare il peggiore Mes della peggiore versione possibile, stava sospendendo l’acquisizione dei titoli di Stato da parte della Bce. Cioè ha utilizzato il braccio armato della Bce contro i popoli. E oggi Beppe Grillo dice è uno di noi”. 

E poi lancia un ammonimento: “Penso che in aula vedremo nascere il famoso PUDE. Il Partito Unico dell’Euro sta nascendo con il voto dei Leghisti e del M5s. Borghi, Bagnai, Rinaldi, si arrampicano sugli specchi per giustificare le proprie scelte. Il punto è che avete tradito. Siete voi il PUDE, sta nascendo con voi il Partito Unico dell’Euro. Adesso invece era il momento di far vedere, difendere e dire quello che dicevate prima. Io quando sarò davanti a Draghi gli dirò esattamente quello che dicevo prima, quello che dicevo e dico sui social o andando in televisione, quello che ho messo nero su bianco sul mio libro Gang Bang, glielo dirò pure in aula”.

Infine conclude: “Smettetela di illudere e tradire l’Italia e gli italiani dicendo che lo fate per il bene del Paese. Siamo un Paese senza una vera Banca centrale che possa sostenere l’economia reale e sta nascendo uno dei peggiori governi che consegnerà gli italiani alle peggiori dinamiche finanziarie. Fatto tutto di tecnici e di banchieri. È questa la squadra che Draghi sta predisponendo. Avevate preso i voti per fare ben altro”.