in

Tana per Zangrillo e Bassetti, beccati da ‘Striscia la notizia’. Ecco cosa è successo al Marassi

I virologi Alberto Zangrillo e Matteo Bassetti presi in “flagranza di reato” da Capitan Ventosa, inviato di Striscia la Notizia. Il bislacco inviato del tg satirico si addentra nei meandri degli stadi italiani e verifica la corretta applicazione della norma che impone l’obbligo di indossare la mascherina sugli spalti. Stando a quanto riporta Libero, tuttavia, nessuno dei dirigenti immortalati dalle telecamere dell’inviato rispetterebbe tale norma. Personaggi in vita come Paolo Maldini, per dirne uno.

Resta il fatto che Maldini è pur sempre un calciatore che non sentenzia sul Covid un giorno si e l’altro pure. A lasciare basiti infatti è il comportamento tenuto da due virologi – stare a Marassi, casa di Genoa e Sampdoria. Qui Capitan Ventosa si è palesato sui gradoni dello stadio Luigi Ferraris per portare i suoi omaggi ad Alberto Zangrillo, da poco presidente del Geona, ‘incoronato’ dagli americani 777 Partners, nuovi proprietari del Grifone dopo Preziosi. Indovinate un po’ chi non aveva la mascherina obbligatoria? Proprio così, il capo della rianimazione del San Raffaele di Milano.

Ma Striscia non ci priva di un’altra sorpresa: a poca distanza da Zangrillo appare il collega Bassetti, infettivologo del San Martino di Genova. Anche lui, tuttavia, è privo di mascherina, esattamente come il suo collega di fede rossoblù Zangrillo. Dunque, che forse la regola ‘aurea’ della mascherina vale solo per i poveri mortali in gradinata e non per chi frequenta le tribune d’onore come i vip-virologi? Il servizio di Striscia lascerebbe supporre così.ù

Super Green Pass, ok all’unanimità dal Cdm: ecco cosa cambierà dal 6 dicembre

Disney World e tutta la Florida dicono basta all’obbligo vaccinale: “Stop discriminazioni”