Vai al contenuto

Super green pass ‘accorciato’ e tampone anche per i vaccinati: ecco come Draghi ci augura buone feste

Pubblicato il 19/12/2021 10:00

Ci siamo: ‘grazie’ alla variante Omicron, il governo decide nuove misure restrittive in vista delle festività. La cabina di regia convocata dal presidente del Consiglio Mario Draghi per giovedì 23 dicembre renderà infatti obbligatorio il tampone anche per chi è vaccinato per partecipare ai grandi eventi, ovvero alle feste, al cinema, teatri e discoteche. Nonostante alcuni virologi e membri del Cts invitino a chiedere il green pass anche per gli incontri in casa, imporre vincoli nelle case private non è consentito. Ciò che è possibile è lanciare continue raccomandazioni affinché siano seguite le stesse precauzioni anche quando si sta nelle abitazioni e ci sono tante persone.

Tra le novità in ballo anche la possibilità di imporre l’obbligo della mascherina all’aperto in tutta Italia, anche se molti presidenti di Regione hanno già deciso di procedere autonomamente (nel Lazio ad esempio subentrerà un’ordinanza in cui si renderà obbligo l’utilizzo anche in zona bianca). Fonti di governo, rilevate dal Corriere, fanno sapere che queste decisioni saranno prese per «incoraggiare a osservare comportamenti prudenti».

Ma non finisce qui: tra le ipotesi che saranno considerate durante la riunione della cabina di regia di giovedì 23 c’è anche quella di introdurre l’obbligo vaccinale per particolari categorie di lavoratori, quelle che hanno maggiori contatto col pubblico. E dulcis in fundo, si parlerà anche della possibilità di accorciare la durata del green pass.