Vai al contenuto

“Si guarisce anche con fede ed erboristeria” Re Carlo e il cancro, scelta sorprendente. Chi è il suo nuovo medico

Pubblicato il 09/02/2024 13:06

Re Carlo ha scoperto di soffrire di un cancro alla prostata. E ovviamente ha già iniziato un percorso di cure “regolari” per debellare il male che tiene i “sudditi di Sua Maestà” e la Famiglia Reale in apprensione. Ma a sorprendere è un’altra scelta del Sovrano. Che accanto a sé, durante il percorso che speriamo tutti porti a una piena guarigione, ha scelto di avere un medico molto particolare. Un suo vecchio amico, il medico 71enne Michael Dixon, che era già stato nominato capo ufficiale medico della Casa Reale in Dicembre. Già al tempo, la scelta aveva destato un certo scalpore. Perché Dixon non è un dottore dalle vedute classiche, ma è favorevole all’omeopatia. Come lo è anche il Re d’Inghilterra, peraltro. (continua dopo la foto)

Ma non è tutto. Dixon è stato al centro dell’interesse, e anche di polemiche, per aver affermato in passato che è possibile guarire “anche attraverso la fede e le virtù dell’erboristeria”. Posizioni davvero particolari, che hanno spinto Buckingham Palace a specificare che “Dixon non crede che l’omeopatia possa guarire il cancro. La sua posizione è che le terapie complementari possono affiancarsi ai trattamenti convenzionali, purché siano sicure, appropriate e basate sull’evidenza”. D’altronde è noto che, durante le cure convenzionali per il cancro, sono molti i pazienti che ricorrono a terapie complementari per alleviare gli effetti collaterali e migliorare la propria qualità di vita. Ed è quello che, presumibilmente, ha deciso di fare anche Re Carlo.