in

Sequi: “Un funzionario ci aggiorna via sms da Kabul”. Nuova gaffe alla Farnesina (dopo Di Maio al mare)

Una confusione generale, inaccettabile, quella ha accompagnato la recente crisi afghana. Con i talebani a riconquistare la capitale Kabul, costringendo alla precipitosa fuga una grossa fetta della popolazione, mentre i media asserviti al governo si destavano improvvisamente dal sonno e il nostro ministro degli Esteri, il sempre ignaro Luigi Di Maio, pensava alla tintarella di Ferragosto in spiaggia. Se pensate che le figuracce siano finite qui, sappiate però che purtroppo no, vi sbagliate. Anche se speriamo che la lista di gaffe non sia ancora troppo lunga.

Nel bel mezzo della concitazione per le notizie che arrivano dal Paese ora di nuovo in mano ai talebani, con le immagini choc di civili che accalcano aerei cargo tentando la disperata fuga in Occidente, ecco infatti arrivare il tweet a sorpresa del segretario generale della Farnesina Ettore Sequi: “Abbiamo una presenza diplomatica in Aeroporto. Un bravissimo funzionario che è stato decisivo nella evacuazione di ieri, che continua a darci info preziose sulla situazione, a mantenere contatti con gli Afghani che vogliono partire e con la catena militare italiana e internazionale”.

Sì, avete capito bene. Purtroppo. Nell’imbarazzo generale per la gestione delle operazioni di evacuazione da parte del nostro Paese, e con il premier Mario Draghi che addirittura fatica a esprimere pubblicamente una posizione comprensibile riguardo gli ultimi stravolgimenti politici in Afghanistan, Sequi gonfia il petto per la presenza di un funzionario che dall’aeroporto di Kabul tiene aggiornata la Farnesina sull’evolversi della situazione. Possibile mai che un Paese forte di servizi segreti invidiati da tutto il mondo sia ridotto a ricevere aggiornamenti via sms da un pover’uomo abbandonato al suo destino?

Le cose, a questo punto, sono due. O siamo di fronte a una clamorosa gaffe di Sequi, ex capo di gabinetto di Luigi Di Maio durante il Conte bis poi promosso alla Farnesina, oppure improvvisamente la presenza della nostra intelligence sul territorio si è ridotta a zero. In tutta onestà, viene da pensare che la prima delle due opzioni sia la più verosimile. Sui social, gli utenti si sono ovviamente scatenati. Qualcuno si è chieste se, visto che l’unico compito richiesto al nostro funzionario è quello di inviare sms, non sarebbe stato meglio inviare uno studente iscritto di Scienze Politiche. Altri si sono abbandonati a considerazioni più amare: “Se questo è il livello del ministero degli Esteri, meno male che almeno Di Maio è rimasto in spiaggia a fare il bagno”.

Ti potrebbe interessare anche: “Se noi stacchiamo il fatto procreativo dalla relazione affettiva e sessuale si può ipotizzare…”

Il drammatico boom dei pignoramenti: all’asta in Italia 836 case al giorno

Maxime, il giovane morto dopo la vaccinazione, è diventato l’icona della protesta No Pass