in ,

“Sbagliano loro e mi fanno pagare pure la sanzione. Senza soldi e senza lavoro, cosa dovrei fare?”

Di seguito riportiamo una lettera inviataci da uno dei nostri lettori.

Buongiorno. Sono N ho 31 anni e sono un cuoco stagionale, single. Non lavoro dal 13 settembre 2020. In questi mesi ho avuto la Naspi ma è terminata il 17 marzo. Ho conttatato INPS, l’impiegata con il sorriso sulla bocca mi ha detto di non sapere nulla su cosa fare e economicamente avrei dovuto arrangiarmi (viva la competenza).

Ho contattato il sindacato, il quale mi ha detto che potrei entrare nel bonus stagionale, ma non c’è certezza. Con cosa vivo ora? Con cosa pago l’afitto e le utenze?… Come se non bastasse INPS mi ha inviato una richiesta di recupero di ritenute fiscali, dell’anno 2019-2020. Ho chiesto spiegazioni all’INPS e mi è stato detto che la carta era stata inviata dall’agenzia delle entrate, (solo che la carta è intestata INPS) e che il caaf aveva sbagliato nel compilare il mio 730.

Sono stato al caaf, loro hanno controllato, mi hanno comunicato che l’errore è stato commesso dall’INPS in sede di compilazione del cud e che devo ugualmente pagare. A questo punto: senza soldi, senza lavoro, dovrei pagare 389 euro per una mancanza loro ma, oltre al danno aggiungiamo la beffa: ai 389 euro devo aggiungere la sanzione di 14 euro per mancato pagamento. Sbagliano loro e…. pago io? Sbagliano loro e pago pure la sanzione! Cosa dovrei fare a queso punto? Buttarmi da un balcone? Fare una rapa? Vivere sotto un ponte? Farmi mantenere dai miei, con la loro pensione? La ringrazio se gentilmente vorrà darmi una gradita risposta.

AstraZeneca, altro fallimento Ue: anche sui vaccini in ordine sparso

Pandemia, il bilancio Istat e quei 22 mila morti in meno di cui nessuno parla (e che nessuno sa spiegare)