Vai al contenuto

“Campi di concentramento e forni per i No Vax”. Ad augurarselo è un dirigente medico

Pubblicato il 08/02/2022 09:46

“Se ne avessi la possibilità e l’autorità mi prodigherei per creare per i No Vax campi di concentramento”. Parole e musica – si fa per dire – di un dirigente medico presso gli Ospedali riuniti Villa Sofia – Cervello di Palermo. Il medico ha espresso questo pensiero elevatissimo e degno della sua professione in un commento apparso sulla piattaforma social Linkedin. Il contenuto di questa assurdità è stato immediatamente segnalato da più utenti all’europarlamentare e candidata a sindaco del capoluogo siciliano, Francesca Donato, la quale ha subito portato alla luce la vicenda. (Continua a leggere dopo la foto)

“Trovo inammissibile e indecente – afferma la deputata europea – che un medico parli in questa maniera di uomini e donne che hanno scelto liberamente di non vaccinarsi. Ho notato che sia il post che il commento del medico sono spariti, tuttavia segnalerò ugualmente la vicenda all’Ordine dei medici perché soggetti di questo tipo stiano lontani dai nostri ospedali”. Ma non è tutto, perché il medico non si è limitato a scrivere solo questo. (Continua a leggere dopo la foto)

Nel commento incriminato che ha scandalizzato gli utenti del social per professionisti, il medico palermitano etichettava anche i no vax come “animali” e chiosava il suo post scrivendo: “Creerei per loro anche dei forni per tenerli al calduccio”. Vi immaginate se al contrario fosse stato un no vax a scrivere queste cose? Avremmo visto un servizio al Tg1, una prima pagina di Repubblica e anche, certamente, qualche manifestazione ad hoc organizzata in segno di solidarietà per tutto il corpo medico. (Continua a leggere dopo la foto)

Invece la cosa è andata al contrario, e di questo fatto non si è vista traccia nel Telegiornale unico o nella carta stampata. Ne ha dato notizia online La Stampa. Ci si augura ora che per il dirigente medico vengano presi i giusti provvedimenti, perché queste frasi sono gravissime e inammissibili. E ci si augura anche che la stessa informazione la smetta di viaggiare a senso unico, perché ormai se ne sono accorti tutti che la verità non si riesce più a nascondere.

Ti potrebbe interessare anche: “Dose fatale”. Carabiniere morto dopo la vaccinazione, ora è ufficiale