in

L’Italia al centrodestra: Meloni al 26%, male il Pd. Tutti i risultati delle elezioni 2022

Pubblicato il 26/09/2022 08:57

Vince il centrodestra guidato da Giorgia Meloni, con Fratelli d’Italia che si impone come primo partito d’Italia. Questo il risultato, chiaro, emerso dalle urne, con il bloccco guidato da FdI che ha ottenuto la maggioranza sia alla Camera che al Senato. La coalizione di centrodestra ha ottenuto il 44,43% delle prefenze, anche se il dato è ancora parziale con le procedure di scrutinio in corso, mentre quella di centrosinistra è al 26,19%. Il Movimento 5 Stelle è al 15,24% e Azione-Italia Viva è al 7,7%. Nessun altro partito ha raggiunto la soglia del 3 per cento.

“Faccio un rapido commento della giornata rimandando a domani tutte le valutazioni più profonde e complete visto che i dati sono ancora non definitivi – sono state le prime parole di Meloni, che molti indicano come il prossimo premier – Però mi pare che dalle prime proiezioni si possa dire che dagli italiani arriva un’indicazione chiara per un governo di centrodestra a guida Fratelli d’Italia”.

“L’obiettivo di fermare la destra e andare avanti con Draghi non è stato raggiunto” è stato invece il commento di Carlo Calenda. Il leader di Azione ha poi aggiunto: “Sentiamo in primo luogo il dovere di ringraziare il presidente del Consiglio per il lavoro svolto a servizio del paese. Così come ringraziamo i quasi due milioni di cittadini che hanno deciso di votare una lista nata a ridosso delle elezioni. Gli italiani hanno scelto di dare una solida maggioranza alla destra sovranista. Consideriamo questa prospettiva pericolosa e incerta. Vedremo se Meloni sarà capace di governare; noi faremo un’opposizione dura ma costruttiva”. 

Situazione di forte tensione all’interno del Pd: inizialmente era previsto un intervento del segretario Enrico Letta nelle ore successive alla chiusura dei seggi, per commentare i primi dati in arrivo. Appuntamento che è stato poi cancellato e che ha lasciato il posto al silenzio. Le indiscrezioni parlano di un processo interno già cominciato e che potrebbe portare, nel corso delle prossime ore, alle dimissioni dell’attuale leader dem.

Ti potrebbe interessare anche: Pandemia a trasmissione sessuale. E per non restar “disoccupati”, ecco cosa s’inventano le virostar

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Possibili prolungamenti dopo le 23”. Tagliandini e boicottaggi, ecco le vere ragioni del caos

Paragone: “Speravamo in un’affluenza superiore. L’astensionismo record? Un pericoloso campanello d’allarme”