in

La Danimarca sospende l’uso del vaccino AstraZeneca

L’Autorità Sanitaria danese, giovedì, ha temporaneamente sospeso l’uso del vaccino AstraZeneca contro il Coronavirus.

Diverse segnalazioni da parte delle autorità sanitarie, avrebbero indicato “casi gravi di coaguli di sangue tra le persone vaccinate”, si legge sul sito dw.com.

Sembrerebbe comunque che “al momento” l’Autorità Sanitaria abbia smesso di dire che esista un legame diretto tra il vaccino e i coaguli di sangue.

Anche in altri Paesi sarebbero sorte delle preoccupazioni in merito al vaccino e alla sua efficacia. In Germania, molte delle dosi di vaccino sviluppate dall’azienda farmaceutica britannico-svedese, non vengono utilizzate a causa del timore che sia meno efficace contro le mutazioni del virus.

Nella stessa Germania, a causa della mancanza di studi sugli effetti collaterali del farmaco sulle persone anziane, il vaccino è stato approvato solo per le persone di età inferiore ai 65 anni.

In Sud Africa, invece, sembrerebbe che il lancio del vaccino sia stato interrotto a causa di uno studio che ha dimostrato che era meno efficace contro la variante COVID B.1.351 sudafricana.

Un miraggio chiamato compensazione: lo Stato paga in ritardo ma vuole le tasse subito

La crisi morde anche le pensioni: si rischia un calo a partire dal prossimo anno