in

Il peso della crisi sulle famiglie italiane: 1 su 5 fatica ad arrivare a fine mese

Dopo oltre un anno dall’arrivo del Covid in Italia, con i governi Conte bis prima e Draghi poi capaci soltanto di chiudere gli italiani in casa senza sapere come far fronte all’emergenza economica, un italiano su cinque si trova oggi in una situazione di “difficoltà” non solo nel far fronte a impegni mensili come il pagamento delle bollette o dell’affitto, ma anche semplicemente nel procurarsi il necessario per i pasti da consumare ogni giorno. Un quadro desolante di fronte al quale, però, la politica continua a far finta di niente.

Il peso della crisi sulle famiglie italiane: 1 su 5 fatica ad arrivare a fine mese

I numeri arrivano dall’ultima indagine Istat condotta nel periodo di riferimento tra dicembre 2020 e gennaio 2021: secondo l’Istituto, un italiano su cinque (quindi il 22.2 percento della popolazione) ha avuto difficoltà nel far fronte ai propri impegni economici. Undici milioni di persone, quindi, hanno fatto fatica persino nel sostenere le spese alimentari, un numero impressionante che è lo specchio dell’abbandono nel quale le famiglie versano ormai da mesi e mesi, in attesa di aiuti concreti che non arrivano mai.

I dati raccontano di tante difficoltà che hanno finito per sommarsi, rendendo la quotidianità un incubo per famiglie che fino a qualche mese fa riuscivano a far fronte agli ostacoli: il costo delle bollette in aumento si è sommato ai mancati incassi di tante attività costrette alla chiusura forzata, con i proprietari di casa che non sempre sono venuti incontro agli affittuari. L’Istat dice che il 76.2 percento degli italiani ha avuto problemi nell’affrontare due impegni economici e ben il 34.7 percento addirittura quattro.

Entrando nel dettaglio dello studio, il 13.4% degli intervistati ha avuto problemi col pagamento delle bollette, il 16.5 % ha dovuto rinunciare alle vacanze, il 13.9 % non è riuscito a fare fronte a una spesa imprevista, il 6.3 % non è riuscito a pagare le rate di un mutuo o di un prestito o le spese necessarie per i pasti mentre il 6.7 % non è riuscito a pagare l’affitto. Criticità maggiori sono state riscontrate al Sud, con il 30,7% della popolazione a lamentare problemi economici, contro il 18,4% del Nord e il 17% del Centro.

Ti potrebbe interessare anche: La Raggi ha scelto: l’esperta di Burlesque è la nuova assessora alla cultura di Roma

Covid, lo studio choc: “Oltre 5.000 persone positive nonostante il vaccino”

“Taglia le tue spese”. Eni contro la presidente Calvosa, ex membro del Cda del Fatto Quotidiano