in

Il Green Pass è delinquenza politica

Di Gianluigi Paragone.

Il vostro green pass è un atto ipocrita e meschino altro che prova di libertà. Come l’umiliazione antirepubblicana cui costringete il parlamento.
Nelle vostre opzioni di scelta c’è la vostra idea infingarda di libertà. La libertà è in Gran Bretagna, è in Danimarca, è in Svezia, è laddove hanno rotto il maleficio di uno stato di emergenza che tenete in piedi per rompere lo stato di diritto.
Che fine hanno fatto i tamponi gratuiti? E i tamponi salivari? Con l’appoggio di FederFarma voi volete procurare dolore e discriminazione alle persone.
Voi state spingendo al vaccino di Stato. E il Green Pass è l’alibi. Spero che almeno Big Pharma vi stia ripagando bene tanto affanno.
Quando vi dicevamo che le mascherine realizzate da Fca per la Presidenza del Consiglio erano fallaci e puzzavano ci avete chiamato No Mask, ora siete costretti a ritirarle. Tranquilli, lo hanno già fatto le mamme prima di voi.
Quelle mamme che oggi difendono i figli dalle vostre angherie. Quelle mamme e quei papà a cui non date la possibilità di andare a prendere i figli all’asilo senza il vostro lasciapassare.
Oggi, in quest’aula, rendo omaggio alle migliaia di donne e di uomini liberi che marciano compostamente a difesa delle loro idee. Omaggio quelle marce, in difesa dell’articolo 32 della Costituzione per cui in nessun caso la legge può violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana. Marciamo in difesa della libertà di manifestare il nostro pensiero dissidente. Marciamo in difesa del lavoro e dei lavoratori che voi state discriminando barbaramente.
Voi volete imporre il vaccino di Stato con la faccina pulita e meschina di chi offre una scelta. Che però non è una scelta: perché i vostri tamponi sono a pagamento, dolorosi e con la data di scadenza più breve del latte intero. Il Green Pass non immunizza, i vaccinati contagiano senza saperlo. Il Green Pass discrimina a norma di legge e chi promuove discriminazione è un delinquente! Come questo governo!

“La terza dose del vaccino non serve”: lo studio che smentisce il governo

Italia, 134 morti al giorno per infezioni prese in ospedale: 49.000 morti all’anno