in

“Il Covid tornerà con nuove varianti”: la profezia di Ricciardi, ecco cosa ci aspetta

Pubblicato il 03/03/2022 14:06 - Aggiornato il 07/12/2022 18:06

Mente il mondo torna finalmente alla normalità, abolendo restrizioni e obblighi e consentendo ai cittadini di tornare a vivere una vita serena, l’Italia tira dritto per la sua strada, insistendo su Green pass e vaccino imposto dall’alto, per tutti. Nonostante i numeri ci dicano da tempo come contagi e ricoveri causati dal Covid siano in forte calo. E con una classe politica che continua a dipingere scenari foschi dietro ogni angolo. L’ultimo allarme in questo senso è stato lanciato dal consulente del ministero della Salute Walter Ricciardi.

Durante un’intervista rilasciata a RaiNews24, infatti, Ricciardi ha profetizzato un autunno “caldo” durante il quale il virus tornerà a far paura, sotto forma di nuove varianti che rappresentano “più che un rischio, una certezza”. Auspicando che la campagna vaccinale resti attiva soprattutto per le persone più fragili, per le quali già si ragiona sull’opportunità di un’ennesima inoculazione, la quarta.

Sempre secondo Ricciardi, sarebbe bene che anche gli operatori sanitari facessero il richiamo vaccinale perchè, i vaccinati dopo un anno, fanno registrare un calo degli anticorpi, anche dopo la terza dose. “Questi sono soggetti a rischio”. La pandemia, dunque, “non è finita e se andiamo avanti di questo passo non finirà a breve”.

Infine, Ricciardi ha spiegato: “Noi Paesi più ricchi ci dobbiamo attrezzare per vaccinare anche quella parte di mondo, altrimenti la pandemia non finisce”. Secondo il consulente di Speranza, “si potranno creare sempre nuove varianti anche se non si conosce il grado di pericolosità, cioè se saranno più contagiose e più letali. Dobbiamo sperare, ma soprattutto fare in modo che non si selezionino”.

Ti potrebbe interessare anche: “Il rischio è di 133 volte più alto rispetto alla media” Lo studio scientifico che inchioda Speranza e Big Pharma

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

Denunce contro Draghi, l’Avv. Mori spiega come opporsi alla richiesta di archiviazione delle procure

Bollette, guerra e sciopero dei camion: pastifici in ginocchio. Pasta, nuovi aumenti in arrivo