in

«Forza Daniele non mollare!» Il messaggio dei colleghi per il giovane poliziotto investito in autostrada

Pubblicato il 18/08/2020 12:14 - Aggiornato il 18/08/2020 12:58

Sta lottando per la vita. Daniele è un agente della polizia stradale della sottosezione di Roma Nord, rimasto gravemente ferito durante il servizio. Erano circa le 18.30 della giornata di Ferragosto quando Daniele, sceso dall’auto per togliere un ostacolo sulla carreggiata dell’autostrada A1, è stato investito. 

Pare si trattasse, riferisce il Messaggero, di un pneumatico rimasto sulla corsia di sorpasso. Il traffico era stato rallentato, fino a bloccarlo, dalla pattuglia, ma questo non è bastato per evitare la tragedia: un autovettura si trovava sulla corsia d’emergenza per raggirare il traffico e il conducente lo ha preso in pieno. 

L’agente in gravissime condizioni è stato elitrasportato in ospedale. Su Facebook la Polizia di Stato ha voluto postare un messaggio di vicinanza e incoraggiamento, messaggio che è stato condiviso da moltissime persone: “Non è ancora fuori pericolo la vita di Daniele, assistente capo in servizio alla sotto-sezione Polizia stradale di Roma-nord, investito ieri sull’A1, nei pressi di Settebagni, mentre in corsia d’emergenza segnalava un carico disperso sulla carreggiata. Il giovane poliziotto, in servizio a Ferragosto per garantire la sicurezza dei tantissimi cittadini che sono transitati su quel tratto autostradale, ha riportato lesioni gravissime. Forza Daniele, non mollare!”

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Attenti al capitalismo del disastro, così i fondi-predatori prendono nuovi asset a prezzo di saldo”

Sala, addio Milano: vuole la nuova Tim, colosso delle telecomunicazioni italiane. Col benestare di Grillo?