in

“Draghi svende così un altro pezzo d’Italia”, Paragone svela il prossimo passo del liquidatore

Pubblicato il 24/05/2022 16:52

PARAGONE: DRAGHI PROGRAMMA LA SVENDITA DEL PATRIMONIO BALNEARE ALLE MULTINAZIONALI E SI CONFERMA COME IL GRANDE LIQUIDATORE D’ITALIA

“Nel DL concorrenza Mario Draghi, con la solita scusa del ce lo chiede l’Europa, recepisce la direttiva Bolkenstein sulle concessioni balneari e sulle concessioni degli ambulanti. In questo modo, il presidente del Consiglio ha programmato la svendita del patrimonio costiero italiano alle grandi multinazionali straniere”, denuncia Gianluigi Paragone, leader di Italexit.

“Sono 6.138 gli stabilimenti il cui contratto andrà in scadenza il 31 Dicembre 2023. Per comprendere la portata di questo disastro, basta guardare ai 12 ettari di litorale che con 9 Milioni di euro Red Bull ha acquistato a Trieste. Il Dl va assolutamente fermato perché mette a rischio la sopravvivenza di migliaia di famiglie e rappresenta un altro tassello del programma di svendita del nostro patrimonio nazionale. Draghi ogni giorno di più si mostra con il suo vero volto, che è quello di grande liquidatore dell’Italia. I partiti che fanno parte del governo abbiano un moto d’orgoglio e votino contro a questo scempio”.

Sostieni il paragone.it, abbiamo bisogno del tuo aiuto: DONA

In tempi così difficili per l'editoria garantire un'informazione contro il sistema e volta a smascherare i magheggi delle elite è sempre più difficile. Parlare del vaccino e della campagna vaccinale da un'altra prospettiva è rischioso. Sostieni il duro lavoro che ogni giorno svolgiamo schierandoci contro quella logica che vede l'informazione passare addomesticata solo per i canali mainstream. Diventa anche tu sostenitore de ilparagone.it e difendi l'informazione libera!
-->

“Vergogna”, il brano-tormentone dance (con Paragone) scala le classifiche e imbarazza il M5S

Una persecuzione! Accanimento contro il locale no green pass: “Un’ingiustizia”