Vai al contenuto

Bye bye Covid: il Regno Unito cancella tutte le restrizioni, anche per i positivi. La mossa di Boris Johnson

Pubblicato il 22/02/2022 09:00

Ancora una volta è il Regno Unito a mostrare al mondo la direzione da seguire. Dipinto per mesi e mesi dalla stampa italiana come una sorta di pericolosissimo folle, Boris Johnson ha ribadito in queste ore la volontà di spazzar via le ultime restrizioni ancora in vigore in territorio britannico, tra gli applausi dei cittadini di sua Maestà e l’invidia di chi invece, come noi poveri italiani, si trovano ancora costretto a sottostare a obblighi e ricatti. Ecco le prossime mosse annunciate dal premier britannico.

La data da segnare in rosso sul calendario per i cittadini del Regno Unito è quella del 24 febbraio, quando saranno cancellate tutte le imposizioni introdotte per combattere il Covid e ancora in vigore. L’annuncio è stato dato dallo stesso Johnson, che è intervenuto alla Camera dei Comuni per annunciare le prossime mosse. Addio, quindi, anche all’obbligo di autoisolamento per i non vaccinati entrati in contatto con dei positivi.

Fino al 1 aprile, a chi avrà contratto il Covid sarà comunque consigliato di rimanere a casa, ma la quarantena non sarà obbligatoria. Come spiegato da Johnson, infatti, “incoraggeremo le persone con i sintomi del Covid-19 ad esercitare la responsabilità personale, così come incoraggiamo le persone che potrebbero avere un’influenza a considerare anche gli altri”.

“Abbiamo superato il picco dell’ondata di Omicron e ora possiamo cambiare le regole, possiamo revocare le restrizioni – ha aggiunto Johnson – Basta restrizioni, ora passiamo alla responsabilità personale. Le restrizioni anti-Covid sono un peso pesante per l’economia e la società”.

Ti potrebbe interessare anche: Cassese: “Basta con le compressioni delle libertà. Se sproporzionate, sono illegittime”