Vai al contenuto

“12 dollari l’ora per un lavoro da dirigente”. Offerta choc al colloquio. Il VIDEO che indigna i social

Pubblicato il 09/02/2024 12:24 - Aggiornato il 09/02/2024 20:03
Diventa sempre più difficile per le nuove generazioni. Non tanto accedere a un posto di lavoro, quanto sperare di vedersi offrire un salario adeguato alle mansioni. A sollevare polemiche e discussioni sui social è il video postato in inglese da un ragazzo su Tik Tok. Non è riportato il luogo esatto dove questo è avvenuto, a parte che ci troviamo negli Stati Uniti, ma il tema è comune ormai dappertutto. Soprattutto in Italia, dove gli stipendi sono fermi a 20 anni fa. Mentre il costo della vita è cresciuto a dismisura. Nel suo video, il ragazzo in questione racconta del suo ultimo colloquio di lavoro. Per un ruolo da vice direttore in una grande catena commerciale. L’offerta di impiego non riportava le cifre offerte ai candidati. Perciò la sorpresa è arrivata a metà della conversazione con la responsabile del personale. E la modalità con le quali si è espressa la responsabile sono tutte un programma. (continua dopo la foto)
“Comincio a pensare che siamo tutti condannati”, esordisce il ragazzo con amarezza nel suo video. “Sono appena uscito da un colloquio per la posizione di vice direttore in una grossa catena di negozi. Nel bel mezzo del colloquio, la responsabile mi fa: Mi dispiace dirtelo, e capisco se questa informazione ti fa perdere interesse, ma la paga è di 12.50 dollari l’ora”. Il corrispettivo di circa 11 Euro. Una frase che mostra la consapevolezza che la cifra offerta era del tutto inadeguata al lavoro che veniva richiesto. Il ragazzo, prima di perdersi d’animo, ha chiesto alla donna che cosa sarebbe successo se fosse stato in seguito promosso a direttore. Ma la risposta è stata ancora più sconcertante. Perché la “differenza” sarebbe stata irrisoria: da 12,50 dollari l’ora, si sarebbe passati a 12,75. “Che cosa dovrei fare”, si chiede il ragazzo nel video. “Mi piace lavorare nelle vendite e in passato mi ricordo che si facevano un sacco di soldi, e ora dove sono finiti quei soldi?”. (continua dopo il video) “Se si paga così tanto per i prodotti e ora è tutto molto più caro, e nessuno gli dice niente perché la gente deve pagare per forza per avere quello di cui ha bisogno… dove sono finiti i soldi?”. Lo sfogo dell’utente ha scatenato una catena di commenti di altre persone con lo stesso problema. “Mi hanno offerto la stessa posizione che ricoprivo vent’anni fa… ALLA STESSA PAGA DI VENT’ANNI FA!”. Oppure: “Faccio l’addetto alle pulizie in due posti e non so come pagare l’affitto di febbraio. E ho una laurea in graphic design”. Insomma, il problema del lavoro sottomansionato rispetto ai curriculum o sottopagato sta esplodendo in tutta la sua drammaticità. E prima di criticare le nuove generazioni, ci dovremmo chiedere come può un individuo costruirsi una vita in queste condizioni. Povertà e precarietà, anche per chi lavora. E’ questo il futuro che ci aspetta? O piuttosto è già il presente?